Consob-Associazioni consumatori: istituito un Tavolo di lavoro congiunto permanente per promuovere la consapevolezza dei risparmiatori sui propri diritti e sulle forme di tutela

Consob-Associazioni consumatori: istituito un Tavolo di lavoro congiunto permanente per promuovere la consapevolezza dei risparmiatori sui propri diritti e sulle forme di tutela

Redazione

Versione PDF del documento

Biancamaria Consales

Autorità di vigilanza e Associazioni dei Consumatori operano nel quotidiano per dare un’attuazione concreta al dettato costituzionale della tutela del risparmio e si ritrovano spesso a interagire ed interloquire a causa delle numerose aree di contatto che ne caratterizzano le attività.

La protezione del consumatore rappresenta, dunque, un’area tematica di grande rilievo istituzionale, tanto più importante nel settore dei servizi finanziari da costituire la stessa ragion d’essere della disciplina speciale e della vigilanza pubblica, in attuazione del principio costituzionale (art. 47) dell’incoraggiamento e della tutela del risparmio.

Si è, pertanto, avvertita la necessità di assicurare condizioni e strumenti per un significativo miglioramento della capacità di autotutela degli investitori allo scopo di innalzare il livello di “immunizzazione” del sistema finanziario nel suo complesso. La creazione di una relazione stabile tra la Consob e talune Associazioni dei consumatori che aderiscono al CNCU (Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti) attraverso modalità di interazione che garantiscano un flusso informativo costante e biunivoco tra i soggetti coinvolti, costituisce un importante tassello nella strategia di contrasto e repressione legale delle pratiche scorrette, consentendo di riprendere un cammino in direzione del tema dell’educazione finanziaria quale elemento fondamentale per la funzionalità e la competitività del sistema finanziario.

In questa prospettiva, è stato istituito un Tavolo di lavoro congiunto permanente, ove discutere e consolidare contenuti/orientamenti di medio-lungo termine sul tema della protezione dei consumatori-investitori.

È, dunque, interesse generale che il rapporto tra la Consob e le Associazioni possa svilupparsi su basi di reciproca considerazione e venga improntato a una logica condivisa di attenzione alle caratteristiche e alle prerogative del risparmiatore, bilanciando gli obiettivi di un’attività di vigilanza che mira alla tutela complessiva del risparmio con la cura degli specifici interessi del singolo investitore.

“Tramite l’organizzazione del Tavolo di lavoro congiunto – si legge nel progetto – è stato avviato un percorso progettuale che punta a rendere più informati e consapevoli i cittadini sfruttando le sinergie esistenti tra Consob e Associazioni. Lo scopo del Progetto è, difatti, fornire ai risparmiatori concreti strumenti operativi per l’apprendimento delle nozioni elementari in materia di “gestione” del risparmio personale, per acquisire conoscenza dei propri diritti nell’interlocuzione con gli intermediari finanziari e con gli emittenti di strumenti finanziari, delle loro concrete modalità di esercizio e, qualora necessario, delle forme di tutela più consone per la difesa delle proprie prerogative.

Dal suo ambito, la Consob deve poter esercitare gli importanti compiti assegnatile attraverso il monitoraggio continuo delle attività sottoposte alla propria vigilanza, da adattare ai diversi scenari di mercato e da modellare in considerazione degli obiettivi di interesse nazionale cui conformarsi, sintetizzabili in protezione dell’investitore, integrità dei mercati finanziari e competitività del sistema finanziario nazionale.

È grazie a questa collaborazione continuativa, messa in moto dalle attività interessate dal Progetto della Carta degli Investitori, che può prendere corpo il compito di innalzare il livello di autotutela degli investitori e, allo stesso tempo, favorire una corretta interazione tra cliente e intermediario, soprattutto in termini di scambio informativo e di scelta ragionata sull’allocazione del risparmio”.

In definitiva, il Progetto rappresenta uno strumento di supporto efficace all’azione continua di tutela del risparmiatore che dovrà poggiare su forme adeguate di coordinamento operativo nell’attività quotidiana dei soggetti coinvolti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it