Collana: "I Codici Giuffre' " editore: dott. A. Giuffre' editore – Milano curati da: AA.VV.

Collana: “I Codici Giuffre’ ” editore: dott. A. Giuffre’ editore – Milano curati da: AA.VV.

Fontana Giovanni

Versione PDF del documento

***

COLLANA: "I CODICI GIUFFRE’ "
EDITORE: DOTT. A. GIUFFRE’ EDITORE – MILANO
CURATI DA: AA.VV.
DIMENSIONI: 10X15
EDIZIONE: GIUGNO – 2005
CODICI E PREZZO DI LISTINO:
CODICE PENALE, ISBN 88-14-11957-0, EURO 12,50
CODICE DI PROCEDURA PENALE, ISBN 88-14-11943-0, EURO 12,50
CODICE CIVILE, ISBN 88-14-11977-5, EURO 14,00
CODICE DI PROCEDURA CIVILE, ISBN 88-14-11992-9, EURO 13,00
?
Devo dire che l’Editore Giuffr? riesce sempre a stupirci con le proprie novit? editoriali.
La veste grafica dei codici Giuffr?, infatti, si ? costantemente rinnovata nel tempo, tanto che alcuni di questi prodotti hanno caratterizzato lo stesso perido editoriale di pubblicazione dei codici medesimi.
Quelli attuali, caratterizzati da variegati colori di copertina (robusta e plastificata) tipici del perido estivo, appaiono particolarmente pratici, anche in ragione delle ridotte dimensioni: infatti, a quelle dimensioni di pagina notevolmente ridotta, si associa uno spessore di costa non eccessivo, che passa dagli 1,20 cm. del codice penale agli 5,20 cm. del codice civile. Ci? non fa venir meno, per?, l’eleganza del testo, che proprio a questa coloratissima edizione ed alla sua veste grafica, lo richiede anche per una biblioteca di mero arredo.
Ci? che pi? conta, per chi applica il diritto, ? l’autorevolezza di coloro i quali ne hanno curato il contenuto, tra cui, professori e docenti universitari Fabrizio Ramacci, per il Codice Penale; Giorgio Spangher, per il Codice di Procedura Penale; Bruno Sassani, per il Codice di Procedura Civile; Sergio Sicchitano, per il Codice Civile, che hanno curato, in particolare, l’organizzazione degli schemi e delle tabelle a questi annessi.
Ogni testo, indipendentemente da chi ne abbia poi curato la stesura in concreto, ? caratterizzato da un’apertura che contempla il testo della Costituzione della Repubblica Italiana e dalle Disposizioni sulla legge in generale; il codice propriamente detto; le relative leggi complementari, raggruppate all’interno di un’unica voce alfabetica; gli schemi e le tabelle che facilitano la lettura del testo principale e pongono l’operatore del diritto nella condizione di meglio applicare la legge al caso di specie; il corposo indice alfabetico e cronologico delle leggi.
Non da meno, le tre parti principali del testo – codice, leggi, schemi e tabelle – sono rappresentate sulla costa del volumetto a mezzo di un tassello colorato.
Ogni codice ? annotato con le leggi che hanno modificato l’articolato e le varie espressioni rilevanti della giurisprudenza costituzionale; all’interno di ogni singolo articolato, la lettura del testo ? facilitata dai numerosi rimandi ad altri partizioni di quello stesso codice, quasi ad ottenere una "mano guida" invisibile, ma percepibile, che facilita la lettura della legge e l’interpretazione della norma.
Se un unico ed inevitabile "handicapp" ? costituito dal carattere tipografico ridotto – comunque mai eccessivamente ridotto – l’agile trasportabilit? del codice e la sua robusta fattezza, fa di ognuno di questi volumi dei veri e propri strumenti di lavoro che possono facilmente passare dalla libreria dell’ufficio, alla sua scrivania e, non da meno, al veicolo di servizio.
?
Giovanni Fontana

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it