Chi ha diritto alla quattordicesima?

Chi ha diritto alla quattordicesima?

Redazione

Versione PDF del documento

Cos’è esattamente la quattordicesima mensilità, e come va calcolata? In molti casi non è del tutto chiaro in che cosa consista la quattordicesima, e chi ne possa beneficiare. Questo anche perché non si tratta di un beneficio stabilito e regolamentato dalla legge, ma di un compenso previsto solo in determinati casi dai contratti collettivi e da quelli individuali. Vediamo allora nel dettaglio di cosa si tratta.

 

Caratteristiche generali della quattordicesima

La quattordicesima è una mensilità aggiuntiva che viene pagata al lavoratore dipendente, in maniera del tutto analoga alla tredicesima, in aggiunta alle mensilità già previste. Solitamente la quattordicesima viene corrisposta assieme alla mensilità di giugno; per questo motivo viene anche detta colloquialmente “premio ferie” o “gratifica feriale”. Come accennato, la quattordicesima mensilità non è prevista dalla legge ma solo dai contratti collettivi di lavoro, nazionali e territoriali. È dunque prevista solo per i dipendenti di determinate categorie lavorative: nello specifico, ne possono beneficiare i dipendenti del settore terziario – commercio e turismo, alimentare, chimico e degli autotrasporti, merci e logistica. È importante notare che i contratti collettivi non differenziano tra livelli di dipendenti, e dunque tutti i lavoratori che appartengano al settore regolamentato da uno dei CCNL sopra indicati possono usufruire del beneficio. La quattordicesima può inoltre essere prevista dal contratto individuale di lavoro.

 

Come si calcola la quattordicesima

Similmente a quanto avviene per la tredicesima, il dipendente matura un rateo di quattordicesima per ogni mese lavorato. I ratei maturano anche durante le assenze retribuite (malattia, maternità, infortunio e ferie), ma non in caso di sciopero o altri tipi di assenze. Se il dipendente non lavora per l’intero mese, il rateo matura solo in caso abbia lavorato per un periodo superiore a quindici giorni; è quello che succede, ad esempio, quando un dipendente viene assunto dall’azienda intorno al 15 del mese. Tutti questi aspetti sono comunque regolamentati in prima istanza dai contratti collettivi.

Ma come si calcola la quattordicesima? Anche in questo caso, bisogna guardare al tipo di CCNL applicato. In linee generali, si può dire che per il contratto collettivo turismo, il contratto collettivo autotrasporto, merci e logistica e il contratto collettivo terziario deve essere pari a una mensilità di retribuzione, riferita al 30 giugno di ciascun anno; il contratto collettivo chimica e il contratto collettivo alimentare la considerano invece pari alla normale retribuzione mensile. La quattordicesima, si ricorda, fa parte del reddito imponibile e dunque su di essa devono essere pagate sia le tasse che i contributi previdenziali all’Inps e i premi assicurativi all’Inail.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it