Bonus bebè 2017: ecco tutte le novità previste
Home » News

Bonus bebè 2017: ecco tutte le novità previste

Redazione

Versione PDF del documento

Se tutto verrà confermato, con la Legge di Bilancio 2017 il Bonus bebè sarà raddoppiato fino a 320 euro al mese ed esteso anche al secondo figlio e fino al quinto anno di vita del bambino. Il Ministro della famiglia Enrico Costa e il Ministro della salute Beatrice Lorenzin sono recentemente intervenuti sull’argomento, anche in occasione del Fertility Day del 22 settembre, e hanno promesso un allargamento del bonus. Vediamo allora quali sono le riforme che potrebbero arrivare già nel 2017.

 

Bonus bebè: cosa ci si aspetta per il 2017?

L’incentivo per le nuove nascite dovrebbe essere potenziato l’anno prossimo sotto diversi aspetti. Innanzitutto è previsto un raddoppiamento dell’assegno mensile sia per le famiglie con ISEE più alto che per quelle in condizioni più disagiate: per le prime il bonus passerebbe da 80 a 160 euro al mese e per le seconde da 160 a 320.

Le famiglie che decideranno di avere un secondo bambino, pare, riceveranno inoltre un Bonus bebè potenziato: 200 euro per i gruppi familiari che hanno un reddito relativamente più elevato e ben 400 euro mensili per i genitori in fase di difficoltà economica.

 

La durata del beneficio

Se le parole dei ministri saranno confermate, il Bonus bebè avrà inoltre a partire dal 2017 una durata maggiore nel tempo. L’assegno mensile, infatti, che oggi è versato alle famiglie fino al compimento dei tre anni di vita del bambino, dovrebbe essere esteso fino al quinto anno di età del nuovo figlio. L’estensione, inoltre, dovrebbe valere anche per coloro che già percepiscono il Bonus.

 

Quando andranno presentate le domande?

Le domande per il Bonus andranno presentate entro novanta giorni dalla nascita del figlio, ma l’incentivo sarà incassato a partire dal primo giorno di vita del bambino. In cantiere, oltre alle altre novità sopra descritte, una proposta per anticipare il Bonus alle donne ancora in gravidanza, e precisamente a partire dal settimo mese.

 

Come funziona il Bonus bebè oggi?

Il Bonus bebè è una misura economica che serve ad aiutare le famiglie in difficoltà e allo stesso tempo incentivare le nuove nascite. Il Bonus è in vigore dal 2013, e per il 2016 prevede l’erogazione di 80 euro mensili per le famiglie con un indicatore ISEE dai 7000 ai 25000 euro e 160 euro al mese per quelle con ISEE al di sotto dei 7000 euro.

Secondo la normativa attuale, il Bonus bebè è concesso dall’Inps ai genitori di bambini nati o adottati tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017, fino ai tre anni di vita del bambino oppure fino ai tre anni dall’ingresso del figlio adottivo nel nucleo familiare in seguito all’adozione. Per ricevere il Bonus, i genitori devono innanzitutto convivere con il figlio, e poi essere cittadini italiani o dell’Unione Europea, cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno di lungo periodo ppureo avere status di rifugiati politici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it