Bollette: nel 2017 aumentano acqua e TARI

Bollette: nel 2017 aumentano acqua e TARI

Redazione

Versione PDF del documento

Cerchi un commercialista? Confronta subito i preventivi dei nostri migliori esperti. È gratis!

 

Nuovo aumento delle bollette in arrivo per il 2017. Federconsumatori prevede infatti per l’anno prossimo un rincaro dell’1% sulla tassa sui rifiuti TARI e addirittura del 6% sulla bolletta dell’acqua. Luce e gas potrebbero invece rimanere stabili, sempre che non si registri un ulteriore aumento dei costi di servizio. Vediamo quali potrebbero essere i costi per il 2017 nel dettaglio.

 

L’aumento della TARI per il 2017

La prima notizia allarmante, se sarà confermata, riguarda l’aumento dell’1% della tassa sui rifiuti TARI.

Il rincaro previsto si inserisce in un quadro generale che ha visto le imposte sui rifiuti aumentare del 232% dal 2000 al 2016. Una tendenza decisamente preoccupante per i consumatori, e molto maggiore dell’aumento percentuale registrato nello stesso periodo dalle bollette dell’acqua (100%), dell’energia elettrica (61%) e del gas (35%).

 

Aumenta anche la bolletta dell’acqua?

Secondo il rapporto di Federconsumatori nel 2017 aumenterà anche la bolletta dell’acqua. L’anno prossimo si prevede infatti un incremento medio con il metodo tariffario del secondo ciclo MT2 (2016-2019) pari al 6%.

Il dato fa riflettere se si considera, come fa la Federconsumatori, che le spese “obbligate” per la casa “stanno registrando un’incidenza sempre più forte in termini percentuali nei bilanci” e, di conseguenza, nei consumi delle famiglie italiane.

 

Cosa succederà alle bollette di gas e luce?

Più positive le notizie che riguardano le bollette 2017 del gas e dell’energia elettrica.

Il forte calo dei consumi energetici registrato negli ultimi anni e la rinegoziazione dei contratti take or pay, insieme al costo relativamente basso delle materie prime, sembrano infatti confermare un’inversione di tendenza già registrata nel 2016. Non si hanno per ora dati certi, ma negli ultimi due anni i consumatori hanno visto calare significativamente l’importo della bolletta del gas e diminuire, seppur di poco, quello dell’energia elettrica.

 

L’aumento degli oneri di sistema

Nel complesso, dopo anni di aumenti, nel 2016 le bollette sono diminuite del 2,7% rispetto all’anno precedente.

La diminuzione, come accennato, è dovuta in gran parte alla diminuzione del costo delle materie prime e dei consumi delle famiglie italiane. Nel futuro, tuttavia, e già a partire dal 2017, la situazione potrebbe tornare a peggiorare. Ad aumentare, infatti, sono gli oneri di sistema sulle bollette elettriche: costi di servizio del gestore spropositati, IVA e imposte fanno lievitare il prezzo da pagare fino a tre volte l’effettivo importo di base.

Il rischio, ancora una volta, è che l’aumento delle bollette per il 2017 andrà a danneggiare maggiormente le fasce più deboli della popolazione: cittadini con redditi molto bassi e anziani pensionati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it