Avvocati: credito agevolato e accesso al fondo di garanzia per le PMI

Redazione 12/03/18
Scarica PDF Stampa

Avvocati: credito agevolato per oltre 240 mila professionisti

Cassa Forense ha sottoscritto un accordo con BPM per dare supporto economico agli avvocati, mettendo a disposizione degli stessi 100 milioni di euro, affinché sia consentito l’accesso al credito agevolato mediante il fondo di garanzia previsto per le piccole e medie imprese. La facoltà è riconosciuta a tutti gli iscritti alla Cassa previdenziale, che oggi risultano oltre 240 mila, la cui attività lavorativa vuole essere sostenuta e favorita, mediante una procedura di accesso al credito semplificata e maggiormente semplice per quanti decidono di avvalersene. Bastano invero pochi documenti e l’istituto bancario sostiene la professione mediante aiuti sia per la ristrutturazione dei locali di lavoro, sia per l’acquisto degli strumenti necessari al suo svolgimento.

La procedura per il perfezionamento della garanzia viene seguita interamente dall’istituto di credito, che intende sostenere le professioni sul territorio, in modo da favorire lo svolgimento e, in particolar modo, l’avvio allo svolgimento di determinate attività professionali.

Potrebbe interessarti anche Le modalità di recupero dei compensi professionali

Sul sito di banco BPM è possibile individuare la filiale presente sul territorio di appartenenza; l’istituto è ben capillarizzato su tutto il territorio nazionale e intende rappresentare un punto di riferimento per tutti gli avvocati iscritti alla Cassa forense, con la quale è stato dunque intrapreso un rapporto di collaborazione e integrazione tra sistema previdenziale e sistema bancario.

Il procedimento attivato presso l’istuto bancario è dedicato e personalizzato per i professionisti; la burocrazia è altamente semplificata e il sostegno alla professione è indubbio, data la possibilità di sfruttare tale opportunità di accesso al credito agevolato da parte di tutti gli iscritti all’istituto previdenziale, vale a dire da parte di tutti gli avvocati che esercitano abitualmente la professione.

Volume consigliato 

Le strategie difensive nel contenzioso tributario

Il volume, aggiornato alla giurisprudenza più recente, affronta le questioni più insidiose del contenzioso tributario.L’opera è strutturata in DUE PARTI per una migliore fruizione dei contenuti.Nella PRIMA PARTE vengono trattate le ripercussioni a livello procedurale di comportamenti inesistenti e di operazioni antieconomiche.Vengono poi affrontati gli istituti processuali più complessi, quali il sistema di notifica, il contraddittorio anticipato, il litisconsorzio e la rimessione in termini.Nella SECONDA PARTE si analizza il principale atto del processo tributario ossia il ricorso, con le indicazioni necessarie sia per l’impostazione che per le scadenze processuali.Vengono trattati infine il giudizio d’appello dinanzi alla Commissione Tributaria Regionale con i suggerimenti sulla struttura dell’atto e sui termini processuali e il ricorso per cassazione, con indicazioni operative e di stesura.Giuseppe Diretto, Commercialista; Revisore contabile; Consulente manageriale; Docente area amministrazione finanza e controllo di gestione ed esperto redazione modelli 231/2001; Esperto formazione finanziata fondi interprofessionali. Presidente Nazionale UNAGRACO e Presidente UNAGRACO BARI. Maurizio Villani, Avvocato tributarista cassazionista specializzato in Diritto Tributario e Penale – Tributario.  Iolanda Pansardi, Avvocato tributarista, Master in diritto e pratica tributaria – LL.M In Tax Law “Universus”. Collabora con lo studio legale tributario Villani.  Alessandra Rizzelli, Avvocato tributarista, coautrice di volumi in materia tributaria. Collabora con lo studio legale tributario Villani.

Alessandra Rizzelli, Maurizio Villani, IOLANDA PANSARDI, Giuseppe Diretto | 2018 Maggioli Editore

24.00 €  22.80 €

Redazione