Assicurazione r.c. auto: monitoraggio trimestrale dell’andamento dei prezzi

Assicurazione r.c. auto: monitoraggio trimestrale dell’andamento dei prezzi

di Redazione

Versione PDF del documento

Biancamaria Consales

L’ISVAP ha eseguito un monitoraggio trimestrale dell’andamento dei prezzi dell’assicurazione r.c. auto praticati in 21 provincie italiane, di cui, 18 capoluoghi di regione, le 2 province autonome del Trentino Alto Adige e la provincia di Reggio Calabria. I profili campione sono stati individuati sulla base dei criteri utili ai fini degli adempimenti assegnati all’Autorità dall’art. 136 del Codice delle Assicurazioni che indirizza l’analisi dei prezzi r.c. auto verso particolari categorie di assicurati, zone geografiche, e il sistema bonus malus, quest’ultimo per monitorare nel tempo anche l’andamento degli sconti localizzati nelle diverse aree geografiche.

A titolo esemplificativo, alcuni profili, quali i 18enni alla guida di autovetture in classe Bonus-Malus di ingresso o motocicli/ciclomotori, così come il 40enne o il 55enne alla guida di un’autovettura in classe di massimo sconto, possono considerarsi degli assicurati-tipo rappresentanti rischi di natura opposta (rispettivamente, ad alta e bassa sinistrosità), e quindi particolarmente sensibili per monitorare le variazioni di prezzo per le categorie individuate dalla legge. Ad alcuni profili-tipo di sesso maschile (18enne e 40enne – tipo 1 e 2), sono affiancati gli speculari profili di sesso femminile per monitorare l’andamento dei prezzi per genere che, per effetto di una sentenza della Corte di Giustizia europea, a partire dal 21 dicembre 2012 non potrà più rappresentare un elemento di differenziazione dei prezzi.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!