Aspiranti avvocati: uscito il bando per l'esame 2016

Aspiranti avvocati: uscito il bando per l’esame 2016

Redazione

Versione PDF del documento

Per l’anno 2016, è stata indetta la sessione di esami per l’iscrizione agli albi degli avvocati presso le sedi di Corti di appello di:

Ancona, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Catania, Catanzaro, Firenze, Genova, L’Aquila, Lecce, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Potenza, Reggio  Calabria, Roma, Salerno, Torino, Trento, Trieste, Venezia e presso la Sezione distaccata in Bolzano della Corte di appello di Trento.

Le modalità d’esame

L’esame, di carattere teorico-pratico, è sia scritto sia orale. Tre sono le prove scritte, dalla durata ciascuna di sette ore dal momento della dettatura del tema formulato dal Ministero della giustizia. Concretamente, si tratta della redazione di:

  1. un parere motivato, da scegliersi tra due questioni in materia regolata dal codice civile;
  2. un secondo parere motivato, da scegliersi tra due questioni in materia regolata dal codice penale;
  3. un atto giudiziario che richieda conoscenze di diritto sostanziale e di diritto  processuale, su un quesito proposto, in materia scelta dal candidato (diritto privato, diritto penale o diritto amministrativo)

 Le prova di parere motivato in materia regolata dal codice civile, avrà luogo alle ore 9.00 del 13 dicembre 2016, mentre per quanto riguarda il parere motivato in materia regolata dal codice penale, questi si terrà il 14 dicembre 2016 alla stessa ora. La prova di atto  giudiziario in  materia  di diritto privato o di diritto penale o di diritto  amministrativo sarà il 15 dicembre 2016. Le tre prove avranno inizio alle ore 9.00 dei rispettivi giorni e dovranno essere sostenute dai candidati nelle sedi delle Corti d’appello di preferenza.

Per quanto riguarda le prove orali, queste sono due.

La prima è la discussione, dopo una rapida illustrazione delle prove scritte, di brevi questioni concernenti cinque materie scelte preventivamente dal candidato. Oltre diritto  processuale, obbligatorio per tutti i candidati, è possibile scegliere tra diritto costituzionale, diritto  civile, diritto commerciale, diritto  del  lavoro, diritto  penale, diritto amministrativo, diritto  tributario, diritto  processuale   civile, diritto processuale penale, diritto internazionale  privato, diritto ecclesiastico e diritto comunitario.

La seconda prova è la dimostrazione di conoscenza dell’ordinamento forense e dei diritti e doveri dell’avvocato.

La modalità di partecipazione

La domanda di partecipazione all’esame va inviata esclusivamente per via telematica, secondo i modi stabilite dal bando, entro il giorno 11 novembre 2016.

Il candidato deve collegarsi al sito  internet del Ministero della giustizia, «www.giustizia.it», alla voce «Strumenti/Concorsi, esami, assunzioni» e fare la registrazione. Il candidato che si sia invece già registrato in una sessione precedente, deve accedere al sistema usando le credenziali in suo possesso.

Clicca qui per tutte le informazioni relative al bando di esame di abilitazione all’esercizio della professione forense.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it