Uso di moneta elettronica, precisazioni del Ministero dello sviluppo economico

Uso di moneta elettronica, precisazioni del Ministero dello sviluppo economico

Redazione

Versione PDF del documento

Lilla Laperuta

Con nota del 20 gennaio 2014, il Ministero dello Sviluppo Economico (MSE)  ha precisato che il testo del decreto che disciplina l’uso di moneta elettronica per i pagamenti di beni, servizi e prestazioni professionali è unico e, quindi, non è prevista «alcuna retromarcia rispetto all’ambito e alle modalità della sua applicazione».

In particolare, il decreto prevede che l’obbligo di accettare le carte di debito per i pagamenti:

a) si applica a tutte le transazioni superiori ad euro 30;

b) fino al 30 giugno 2014, si applica solo alle attività commerciali/professionali con fatturato superiore a 200 mila euro.

Infine, è stato evidenziato che l’entrata in vigore avverrà dopo 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale; entro i successivi 90 giorni verranno definite con un ulteriore decreto le modalità di adeguamento per i soggetti esclusi, ossia quelli con fatturato inferiore ad euro 200 mila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it