Cassazione Civile – II sez. civ. – sentenza n. 22448 del 09-09-2019

Redazione 16/09/19
Scarica PDF Stampa
L’articolo 83, comma 3bis del D.P.R. 115/2002,  ha previsto che il decreto di pagamento debba essere emesso dal giudice contestualmente alla pronuncia del provvedimento che chiude la fase cui si riferisce la relativa richiesta di liquidazione dei compensi avanzata dall’avvocato della parte ammessa al gratuito patrocinio a spese dello Stato, non prevedendo alcuna decadenza a carico del professionista, che ha depositato  la relativa istanza dopo la pronuncia del detto provvedimento e  non impedendo al giudice di potersi pronunciare sulla richiesta, dopo la pronuncia sul merito, avendo la finalità accelleratoria, di raccomandare che la pronuncia del decreto di pagamento avvenga contestualmente alla pronuncia del provvedimento che chiude il giudizio.
Redazione