Segretario comunale: indetto un nuovo concorso

Segretario comunale: indetto un nuovo concorso

Redazione

Versione PDF del documento

E’ stato indetto un nuovo bando per Segretari Comunali e Provinciali. L’avviso pubblico è finalizzato all’accesso di 291 borsisti al corso concorso selettivo di formazione per conseguire l’abilitazione necessaria per l’iscrizione di 224 soggetti nella fascia iniziale dell’Albo Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali.

I requisiti d’accesso alla prova d’esame

Possono partecipare al bando i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana;
– idoneità fisica all’impiego;
– godimento dei diritti politici;
– posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;
– laurea in giurisprudenza o economia e commercio o scienze politiche, o titolo di studio equipollente;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero dichiarati decaduti, ovvero licenziati ai sensi della vigente normativa di legge e / o contrattuale;
– non essere stati interdetti dai pubblici uffici con sentenza passata in giudicato.

 

Le prove d’esame

Il bando per Segretari Comunali e Provinciali prevede l’espletamento di una preselezione, mediante la somministrazione di 70 quesiti a risposta multipla, e delle seguenti prove:
– 3 prove scritte;
– 1 esame orale.

Le prove verteranno su contenuti e materie indicati nell’avviso di selezione. Durante il corso è prevista una verifica volta ad accertare l’apprendimento.

Le domande di partecipazione devono essere presentate per via telematica, attraverso l’apposita applicazione raggiungibile dalla pagina web Ministero Interno ‘Concorsi’, entro 30 giorni a decorrere da quello successivo alla pubblicazione del bando nella GU n.102 del 28-12-2018.

Per accedere al modulo online occorre registrarsi sulla piattaforma o utilizzare le proprie credenziali SPID se in possesso delle stesse. I candidati, inoltre, devono possedere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personalmente intestato. Una volta compilata, l’istanza va stampata, sottoscritta e conservata, per consegnarla il giorno stabilito per la prova preselettiva.

Volume consigliato

I danni non patrimoniali

I danni non patrimoniali

Gianluca Pascale, 2019, Maggioli Editore

Nel tempo, la normativa in materia di risarcimento del danno non patrimoniale è stata interpretata dalla giurisprudenza per adeguare la disciplina prevista dal Legislatore alle necessità concrete delle aule di giustizia. I Giudici, con le loro sentenze, hanno dovuto colmare i vuoti...



 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it