Segretario comunale: indetto un nuovo concorso

Segretario comunale: indetto un nuovo concorso

di Redazione

Versione PDF del documento

E’ stato indetto un nuovo bando per Segretari Comunali e Provinciali. L’avviso pubblico è finalizzato all’accesso di 291 borsisti al corso concorso selettivo di formazione per conseguire l’abilitazione necessaria per l’iscrizione di 224 soggetti nella fascia iniziale dell’Albo Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali.

I requisiti d’accesso alla prova d’esame

Possono partecipare al bando i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana;
– idoneità fisica all’impiego;
– godimento dei diritti politici;
– posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;
– laurea in giurisprudenza o economia e commercio o scienze politiche, o titolo di studio equipollente;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero dichiarati decaduti, ovvero licenziati ai sensi della vigente normativa di legge e / o contrattuale;
– non essere stati interdetti dai pubblici uffici con sentenza passata in giudicato.

 

Le prove d’esame

Il bando per Segretari Comunali e Provinciali prevede l’espletamento di una preselezione, mediante la somministrazione di 70 quesiti a risposta multipla, e delle seguenti prove:
– 3 prove scritte;
– 1 esame orale.

Le prove verteranno su contenuti e materie indicati nell’avviso di selezione. Durante il corso è prevista una verifica volta ad accertare l’apprendimento.

Le domande di partecipazione devono essere presentate per via telematica, attraverso l’apposita applicazione raggiungibile dalla pagina web Ministero Interno ‘Concorsi’, entro 30 giorni a decorrere da quello successivo alla pubblicazione del bando nella GU n.102 del 28-12-2018.

Per accedere al modulo online occorre registrarsi sulla piattaforma o utilizzare le proprie credenziali SPID se in possesso delle stesse. I candidati, inoltre, devono possedere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personalmente intestato. Una volta compilata, l’istanza va stampata, sottoscritta e conservata, per consegnarla il giorno stabilito per la prova preselettiva.

Volume consigliato

I danni non patrimoniali

I danni non patrimoniali

Gianluca Pascale, 2019, Maggioli Editore

L’Opera ricostruisce in modo chiaro ed esauriente l’attuale assetto del danno non patrimoniale,esplicando la normativa di riferimento alla luce dell’evoluzione giurisprudenziale che, non senza contrasti, ha risolto le principali criticità della disciplina. Completo...



 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!