Rimborso spese legali imputati assolti: al via le domande

di Biarella Laura, Avvocato, Giornalista Pubblicista, Docente
PDF

Pubblicate le istruzioni operative per presentare le richieste di rimborso delle spese legali per gli imputati assolti.

Indice

  1. Guida “Istanza imputato assolto”
  2. Fondo rimborso spese legali imputati assolti
  3. SPID
  4. Importi
  5. Fruitori
  6. Coloro che sono esclusi
  7. Accesso telematico
  8. Termini per la presentazione

1. Guida “Istanza imputato assolto”

Il Ministero della Giustizia, il 23 marzo 2022, ha diramato una Guida per gli utenti che utilizzano l’applicativo Istanza imputati assolti all’interno del Portale online lsg.giustizia.it, fornito dal medesimo Ministero per presentare le richieste di rimborso. Una volta creata e inviata l’istanza, l’utente potrà monitorare, tramite il sistema, l’intero ciclo, dalla presa in carico da parte dell’amministrazione o ad un eventuale rifiuto, fino al pagamento.

2. Fondo rimborso spese legali imputati assolti

La Legge di bilancio 2021 (l. n. 178/2020) aveva istituito un Fondo apposito destinato al rimborso delle spese legali, in favore degli imputati assolti mediante sentenza divenuta irrevocabile a decorrere dal I° gennaio 2021. Un decreto del ministro della Giustizia, di concerto col ministro dell’Economia e delle Finanze, datato 20 dicembre 2021, ha messo a punto i criteri e le modalità dell’erogazione del rimborso. 

3. SPID

Per accedere al servizio l’utente dovrà essere in possesso di Identità Digitale Persona Fisica (SPID), quindi effettuare l’autentificazione autorizzando l’invio dei propri dati.


Leggi anche: Nuovo decreto sul rimborso delle spese legali in caso di assoluzione


4. Importi

 Il rimborso viene riconosciuto fino a concorrenza di 10.500 euro, frazionato in tre quote annuali, a decorrere dall’anno successivo a quello ove la sentenza sia divenuta irrevocabile.

5. Fruitori

Sono individuati nei destinatari di una sentenza di assoluzione definitiva pronunciata con le formule:

  • “perché il fatto non sussiste”,
  • “perché non ha commesso il fatto”,
  • “perché il fatto non costituisce reato o non è previsto dalla legge come reato”, esclusa l’ipotesi ove tale ultima pronuncia sia intervenuta in seguito alla della depenalizzazione dei fatti che sono stati oggetto dell’imputazione.

6. Coloro che sono esclusi

Non possono accedere al Fondo, coloro che:

  • risultino essere stati condannati per taluni capi di imputazione, pur essendo stati assolti per altri;
  • per i quali sia stata emessa sentenza di estinzione del reato per prescrizione o amnistia;
  • abbiano beneficiato nello stesso procedimento del patrocinio a spese dello Stato;
  • abbiano ottenuto la condanna del querelante alla rifusione delle spese processuali;
  • abbiano diritto al rimborso delle spese legali dall’ente da cui dipendono.

7. Accesso telematico

L’istanza di accesso al Fondo può essere inoltrata dal richiedente unicamente per via telematica, attraverso il servizio “Istanza imputato assolto”, accessibile dal portale istituzionale del Ministero della Giustizia mediante le credenziali SPID di livello due.

8. Termini per la presentazione

Relativamente alle sentenze divenute irrevocabili durante l’anno: 

  • 2021, le domande potranno essere presentate dal 1° marzo al 30 giugno 2022;
  • 2022 e degli anni a seguire, l’istanza potrà essere presentata tra il 1° gennaio ed il 31 marzo dell’anno successivo a quello in cui la sentenza di assoluzione sia diventata irrevocabile.

Volume consigliato:

Le spese di lite

Le spese di lite

Giuseppe De Marzo, Ida Cubicciotti, Cristina Maria Celotto, 2019, Maggioli Editore

Il volume vuole essere una guida per il Professionista che deve considerare, oltre agli aspetti tecnici e giuridici del proprio operato, altresì quelli economici. L’attività forense ha invero un costo e risulta opportuno valutare in via preventiva quali sono i rischi economici e le spese a...



Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

laura-biarella

Biarella Laura

Laureata cum laude presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia, è Avvocato e Giornalista. È autrice di numerose monografie giuridiche e di un contemporary romance, e collabora, anche come editorialista, con redazioni e su banche dati giuridiche (tra le altre Altalex, Quotidiano Giuridico, NTPLus, 24OreAvvocato, AlVolante, InSella, Diritti e Risposte, Orizzonte Scuola, Fisco e Tasse, poliziamunicipale.it). Ha svolto le funzioni di membro aggiunto presso la Corte d’Appello di Perugia, ai sensi della L. n. 69/1963. Già “cultore della materia” presso Università degli Studi E Campus nelle cattedre di “diritto privato” e “diritto della conciliazione, della mediazione e dell’arbitrato”, è moderatrice e relatrice di convegni, docente presso corsi di formazione e corsi di preparazione all’esame di abilitazione di avvocato. E' stata professore a contratto di “Arbitrato” presso l’Università degli Studi E Campus, Master in ADR, sedi di Roma e Novedrate. E' stata membro del Comitato Scientifico del corso di preparazione dell’esame di avvocato Altalex. Ha svolto docenze di diritto e procedura civile presso la Scuola Forense dell'Ordine degli Avvocati di Perugia, ed ivi ha ricoperto il ruolo di Segretario del Comitato Scientifico. Svolge la funzione di Tutore legale presso il Tribunale dei Minorenni dell’Umbria. E' membro del Comitato di Redazione del mensile 24Ore Avvocato.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

  • Rimani aggiornato sulle novità del mondo del diritto
  • Leggi i commenti alle ultime sentenze in materia civile, penale, amministrativo
  • Acquista con lo sconto le novità editoriali – ebook, libri e corsi di formazione

Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alle nostre newsletter!

Iscriviti alla newsletter di Diritto.it e