Licenziamenti al tempo del coronavirus

di Redazione
PDF

L’emergenza da COVID-19 ha determinato per alcune aziende una crescente difficoltà di gestione delle risorse economiche.

Molte imprese sono dunque state costrette a dover ricorrere al licenziamento del personale per far fronte a questa emergenza. Per tutelare i lavoratori e le lavoratrici e invertire questo trend il Governo ha disposto temporaneamente il divieto di licenziamento sollecitando le imprese a ricorrere agli ammortizzatori sociali.

Si legga anche:”Licenziamento e Coronavirus: la possibile sorte del posto di lavoro”

Sospendere le procedure di licenziamento collettivo

Nell’ordinamento italiano è previsto che le imprese che intendano effettuare almeno 5 licenziamenti, nell’arco di 120 giorni, in ciascuna unità produttiva, o in più unità produttive nell’ambito del territorio, debbano rispettare un’apposita procedura regolata dalla dalla contrattazione collettiva. Nei casi de quo, il datore di lavoro è tenuto a incontrare i sindacati per esaminare le cause che hanno contribuito a determinare la crisi occupazionale. Questa procedura di consultazione deve essere conclusa entro 45 giorni dal suo avvio.

Le norme speciali per sospendere le procedure di licenziamento individuale

Il datore di lavoro, infatti, nel caso in cui voglia licenziare un dipendente assunto prima del 7 marzo 2015, deve inviare preventivamente una comunicazione alla sede territoriale dell’Ispettorato del lavoro e al lavoratore nella quale dichiara di voler  procedere al licenziamento a causa di difficoltà economiche o, ancora, perché ha deciso di chiudere l’unità produttiva dove è addetto il dipendente. L’ispettorato, ricevuta la comunicazione, entro 20 giorni fissa un incontro con l’azienda e il dipendente per trovare soluzioni, laddove possibili, alternative al licenziamento.

Anche per questa ipotesi, il Governo ha imposto ai datori di lavoro a prescindere dalla dimensione occupazione dell’azienda, a partire dal 17 marzo 2020.
Volume consigliato

Gli aiuti di stato alle imprese - eBook in pdf

Gli aiuti di stato alle imprese - eBook in pdf

Il presente e-book ha l’ambizione di unire all’analisi delle regole giuridiche sia sostanziali che procedurali in materia di aiuti di Stato alcuni approfondimenti pratici e operativi anche di tipo economico al fine di dare all’operatore un quadro più completo dell’attuale disciplina sugli aiuti di Stato.

L'e-book è aggiornato al pacchetto di sostegno per la ripresa – Next Generation EU istitutivo, per la prima volta nella storia delle politiche europee, di un fondo europeo per il sostegno e la ripartenza dell’economia nell’Europa post Covid-19 (c.d. Recovery fund) e alle linee guida per la pianificazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

Mariella Spata
Avvocato specializzato in diritto europeo, diritto amministrativo e diritto pubblico dell'economia. L'autrice proviene dall'ateneo di Pisa e ha conseguito un LLM in Diritto europeo presso l'Università del Lussemburgo e un Master in Appalti e contratti pubblici europei alla King's College di Londra. È autrice di varie pubblicazione scientifiche in materia di diritto amministrativo processuale e diritto pubblico dell'economia.

Leggi descrizione
Mariella Spata, 2020, Maggioli Editore
11.90 € 10.12 €

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

  • Rimani aggiornato sulle novità del mondo del diritto
  • Leggi i commenti alle ultime sentenze in materia civile, penale, amministrativo
  • Acquista con lo sconto le novità editoriali – ebook, libri e corsi di formazione

Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alle nostre newsletter!

Iscriviti alla newsletter di Diritto.it e