Legge Bilancio 2022 e Circolare n. 9/E AdE: agevolazioni per lo sviluppo dello sport

di Biarella Laura, Avvocato, Giornalista Pubblicista, Docente
PDF

L’ultima legge di Bilancio (Legge n. 234/2021, art. 1, c. da 185 a 190) introduce alcune agevolazioni per lo sviluppo dello sport, che l’Agenzia delle Entrate ha illustrato nella Circolare n. 9/E del 1° aprile 2022.

Le agevolazioni IRES e IRAP

In ambito fiscale, il c. 185 stabilisce, per gli anni 2022, 2023 e 2024, a favore delle federazioni sportive nazionali riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano, che gli utili derivanti dall’esercizio di attività commerciale non concorrono a formare il reddito imponibile ai fini dell’imposta sul reddito delle società (IRES) e il valore della produzione netta ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP). La misura può essere fruita a condizione che, in ciascun anno, le federazioni sportive destinino almeno il 20 per cento di tali utili allo sviluppo (diretto o per il tramite dei soggetti componenti delle medesime federazioni) delle infrastrutture sportive, dei settori giovanili e della pratica sportiva dei soggetti con disabilità.

La finalità

L’agevolazione è stata introdotta in via sperimentale, con la finalità di favorire il diritto allo svolgimento dell’attività sportiva tenuto conto dei contenuti sociali, educativi e formativi dello sport, con peculiare riferimento alla fase post-pandemica e in attesa che trovino completa applicazione i princìpi di riordino del settore contenuti nella l. n. 86/2019.

La rendicontazione

Per soddisfare la condizione di destinazione degli utili cui è subordinata l’agevolazione, occorre, per esplicita previsione del c. 186, che i costi effettivamente sostenuti siano rendicontati dalle federazioni sportive nazionali, nonché certificati dagli organi di controllo interno delle stesse, ovvero dalle società di revisione da queste incaricate per la certificazione dei bilanci, entro il terzo anno successivo a quello di riferimento. L’efficacia della misura in commento è subordinata, ai sensi dell’art. 108, par. 3, del Trattato sul funzionamento dell’UE, all’autorizzazione della Commissione europea.

Il credito d’imposta

Il c. 190 della legge di bilancio 2022 prevede che la disciplina del credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro, destinati a interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici, come anche alla realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche (cd. sport bonus), di cui all’art. 1, c. da 621 a 627, della legge di bilancio 2019, si applichi per l’anno 2022, limitatamente in favore dei soggetti titolari di reddito d’impresa, nel limite complessivo di 13,2 milioni di euro.

La ripartizione in 3 quote annuali

Come previsto dal comma 190, i soggetti in questione utilizzano il credito secondo le modalità di cui al comma 623 dell’articolo 1 della legge di bilancio 2019: ferma restando la ripartizione in tre quote annuali di pari importo, mediante il meccanismo della compensazione di cui all’articolo 17 del d.lgs. n. 241/1997. Sul piano attuativo, il comma 190 in esame precisa che si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui al D.P.C.M. 30 aprile 2019, disciplinante le modalità di attuazione dell’incentivo di cui ai commi da 621 a 626 del citato articolo 1 della legge di bilancio 2019.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

laura-biarella

Biarella Laura

Laureata cum laude presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia, è Avvocato e Giornalista. È autrice di numerose monografie giuridiche e di un contemporary romance, e collabora, anche come editorialista, con redazioni e su banche dati giuridiche (tra le altre Altalex, Quotidiano Giuridico, NTPLus, 24OreAvvocato, AlVolante, InSella, Diritti e Risposte, Orizzonte Scuola, Fisco e Tasse, poliziamunicipale.it). Ha svolto le funzioni di membro aggiunto presso la Corte d’Appello di Perugia, ai sensi della L. n. 69/1963. Già “cultore della materia” presso Università degli Studi E Campus nelle cattedre di “diritto privato” e “diritto della conciliazione, della mediazione e dell’arbitrato”, è moderatrice e relatrice di convegni, docente presso corsi di formazione e corsi di preparazione all’esame di abilitazione di avvocato. E' stata professore a contratto di “Arbitrato” presso l’Università degli Studi E Campus, Master in ADR, sedi di Roma e Novedrate. E' stata membro del Comitato Scientifico del corso di preparazione dell’esame di avvocato Altalex. Ha svolto docenze di diritto e procedura civile presso la Scuola Forense dell'Ordine degli Avvocati di Perugia, ed ivi ha ricoperto il ruolo di Segretario del Comitato Scientifico. Svolge la funzione di Tutore legale presso il Tribunale dei Minorenni dell’Umbria. E' membro del Comitato di Redazione del mensile 24Ore Avvocato.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

  • Rimani aggiornato sulle novità del mondo del diritto
  • Leggi i commenti alle ultime sentenze in materia civile, penale, amministrativo
  • Acquista con lo sconto le novità editoriali – ebook, libri e corsi di formazione

Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alle nostre newsletter!

Iscriviti alla newsletter di Diritto.it e