L’impresa ricorrente ha chiesto il risarcimento del danno per equivalente: quanto alla dimostrazione della colpa dell’Amministrazione essa appare in re ipsa, discendendo dagli stessi vizi riconosciuti nei provvedimenti riconosciuti illegittimi.

L’impresa ricorrente ha chiesto il risarcimento del danno per equivalente: quanto alla dimostrazione della colpa dell’Amministrazione essa appare in re ipsa, discendendo dagli stessi vizi riconosciuti nei provvedimenti riconosciuti illegittimi.

di Lazzini Sonia

Scarica il documento


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!