L'annullamento dell’autorizzazione paesaggistica non deve essere preceduta dall’avviso dell’avvio del procedimento

L’annullamento dell’autorizzazione paesaggistica non deve essere preceduta dall’avviso dell’avvio del procedimento

di Pagano Iride, Avv.

Qui la sentenza: TAR Campania-Salerno - sez. II - sentenza n. 854 del 5-5-2017

Versione PDF del documento

La sentenza allegata del T.A.R. Campania- Salerno ricostruisce la natura e la disciplina dell’attività di controllo da parte della Soprintendenza in materia di autorizzazioni paesaggistiche rilasciate dalle  Autorità locali sub- delegate al vincolo.

 

Richiamando l’orientamento  consolidato della giurisprudenza amministrativa, in via preliminare  la decisione afferma che il provvedimento ministeriale ,di annullamento dell’autorizzazione paesaggistica, non deve essere preceduto dall’avviso dell’avvio del procedimento.

 

La questione dell’applicabilità o meno dell’art. 7  L.n.241/90  in materia ha trovato soluzione a seguito delle modifiche che il D. M. n. 165/02  ha apportato al precedente D. M. 13.6.1994 n. 495, concernente le disposizioni di attuazione degli artt. 2 e 4 della Legge n. 241/90. Modificando il relativo art. 4 , ha  introdotto il comma 1-bis, che esclude l’obbligo di comunicazione di avvio del procedimento  per il procedimento relativo al controllo ministeriale, disciplinato dall’art. 151 del d.lgs. 490/99.

 

Tale modifica regolamentare induce a ritenere che soltanto fino a tale data la comunicazione  di avvio del procedimento aveva carattere obbligatorio, con conseguente illegittimità del procedimento in ipotesi di omissione della comunicazione stessa e irrilevanza della conoscenza dell’esistenza del procedimento di controllo diversamente acquisita .

 

La sentenza precisa anche che il termine  perentorio di sessanta giorni ex art. 151 comma IV d. l.vo 490/1999,  per l’adozione del parere da parte della Soprintendenza,  attiene al solo esercizio del potere di annullamento e non anche al momento della ricezione, in quanto non costituendo atto recettizio resta estranea alla previsione normativa l’ulteriore fase di comunicazione o notificazione del provvedimento.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

iride-pagano

Pagano Iride

Svolge la professione in Nocera Inferiore (SA) Ha ottenuto una borsa di studio presso la L.U.I.S.S.-Roma in Diritto degli Enti Locali Ha maturato esperienza professionale di difesa e rappresentanza in giudizio, anche innanzi alle Giurisdizioni Superiori, a favore sia di privati che di Amministrazioni Pubbliche Locali. Si occupa prevalentemente di diritto amministrativo, con particolare riferimento all'urbanistica, all'edilizia, al risarcimento danni nei confronti della P.A., alle procedure a evidenza pubblica,  al giudizio di esecuzione del giudicato; di diritto civile nei rapporti paritetici con la P.A..


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!