Informazione e persuasione nel commento giuridico

di Sabetta Sergio Benedetto, Dott.
Ogni messaggio è sottoposto dal lettore ad una serie di processi:
 
·        Selettivi, rilevanza ai diversi messaggi di esposizione;
·        Di esposizione, suggerimenti di rilevanza;
·        Di valutazione, secondo propri sistemi di valore.
 
La selezione avviene già attraverso il reperimento di una delle riviste sul mercato, i commenti in essa contenuti sono in molti casi un rafforzativo di interpretazioni già in atto e avvengono sotto l’influsso di “influenti specifici”, ossia di soggetti diversi per ogni settore disciplinare aventi un particolare peso nel convalidare l’interpretazione.
         Coloro che si avvicinano alla lettura della rivista possono essere forniti di una propria capacità di “auto-direzione”, a seguito di una adeguata preparazione e maturazione sull’argomento, ma possono anche esserne sforniti e pertanto trovarsi in una situazione di “etero-direzione”, quindi sottoposti alle influenze esterne di “influenti specifici”.
         Gli elementi strutturali che influiscono sui processi cognitivi di percezione e memoria sono:
 
         lunghezza degli articoli;
         presenza di elementi di impaginazione, testuali e grafici;
         periodicità stabile.
 
Nella memoria a lungo termine il soggetto ricodifica il significato di intere frasi in proposizioni più astratte e schematiche, con pochi essenziali elementi informativi.
         Particolarmente importanti sono i titoli quali pre – attivazioni ( priming effect) per la guida alla comprensione dei brani e al fine di stabilire il nucleo dell’informazione ( topic) , acquistano inoltre molta importanza i dettagli dell’occhiello e del sommario per favorire la memoria dell’informazione centrale.
         Le argomentazioni del messaggio sono maggiormente accettate dal lettore in relazione alla credibilità della fonte, frequenza con cui viene esposta, caratteristiche delle argomentazioni, quali la veridicità, la plausibilità, la congruenza con le sue opinioni e le conoscenze precedenti.
         Relativamente agli aspetti strutturali rilevanti del messaggio questi sono l’ordine con cui vengono presentate le tesi e l’accento solo sugli aspetti favorevoli o sfavorevoli alle argomentazioni sostenute, vi è inoltre un riferirsi alla logica che può sfociare su motivi sentimentali e quindi su reazioni emotive.
         Lo spostamento della tendenza interpretativa prevalente non avviene repentinamente, ma seguendo dei trends che sono presentati in espansione nell’opinione pubblica degli specialisti, questo avviene mediante la consonanza, argomentazioni unanimi rispetto al fatto, e la cumulatività, apparizione periodica della tesi sostenuta sulle varie riviste ( Neumann).
         L’uso della tecnologia aumenta la diffusione della conoscenza dottrinale e per tale via la amplia e consolida, oltre che velocizzarne l’acquisizione, resta comunque la variabile motivazionale ( Ettema – Kline ) determinata dalla rilevanza dell’argomento sui mass- media che viene ad affiancarsi all’interesse personale.
         Il pericolo di overload è superato dall’interesse settorializzato di persone già ricche di informazioni specializzate, anche se resta il gap a favore di coloro che si appoggiano su strutture finalizzate ( Katzman ).
         Le variabili riguardano inoltre i rapporti “interni” sulle peculiarità dei rapporti tra lettore e rivista e sui rapporti “esterni” legati al contesto, economico e culturale, rispetto alla rivista ( Wolf ).
         Anche la chiarezza del messaggio e il riferimento a precedenti autorevoli aumenta il peso specifico del messaggio stesso, tuttavia l’uso criptico dei termini può costituire elemento di contemporanea attrazione e repulsione, giocando sul desiderio di appartenere ad una casta privilegiata e di non estendere eccessivamente gli arcana, l’autore parla ad altri adepti e si fa da essi riconoscere parlando in codice o più semplicemente complicando la struttura della frase.
         Circostanza del tutto diversa dalla ricerca di una chiara comunicazione per impostare una campagna dottrinale volta ad influenzare un vasto settore di specialisti, in cui il destinatario può essere già fornito di un’opinione discorde sul tema,senza essere culturalmente se non settorialmente in un’area predefinita.     

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

sabetta-sergio

Sabetta Sergio Benedetto

Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza Università degli Studi di Genova, nonché l'abilitazione all’insegnamento per le discipline giuridiche ed economiche – classe XXV. Direttore di Cancelleria Ministero Grazia e Giustizia e Coordinatore nella Sez. Controllo e SAUR della Corte dei Conti – Genova (controllo Università, Regione,OO.PP.,Prefetture,Enti locali).


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!