Il fascino della divisa e le molestie sessuali

Redazione 20/05/11
Scarica PDF Stampa
Il caso di una donna soldato molestata da un sergente, Cassazione 19748 del 2011. la Cassazione inquadra la vicenda nella fattispecie prevista dall’art. 609 septies, comma quarto, n. 3 del Codice Penale, che disciplina la procedibilità d’ufficio per il reato di violenza sessuale quando “il fatto è commesso da un pubblico ufficiale o da un incaricato di pubblico servizio nell’esercizio delle proprie funzioni”, e che detta pene più severe rispetto alla violenza contro inferiore prevista dal Codice penale militare.

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento