Esame avvocato 2019: le soluzioni del parere di penale

Esame avvocato 2019: le soluzioni del parere di penale

di Redazione

Versione PDF del documento

La prova di diritto penale

Oggi i candidati devono cimentarsi con il parere di diritto penale: con l’aiuto dei codici commentati, gli esaminandi dovranno fornire al loro potenziale cliente un parere pro veritate, relativo ad una fattispecie criminosa.

Sono iniziate ieri le prove scritte dell’esame di stato per l’abilitazione alla professione di avvocato; gli aspiranti professionisti si sono confrontati con la prova di diritto civile: Leggi le tracce e le soluzioni del parere di diritto civile.

Le tracce estratte

Traccia 1: Tizio, dipendente di una multinazionale, riceve dal suo superiore Mevio l’incarico di sorvegliare il collega di lavoro Caio ed impedire che lo stesso divulghi ad aziende concorrenti alcuni importanti segreti aziendali dei quali è a conoscenza. Un giorno Tizio segue Caio nei locali dove è in corso di svolgimento una convention e nota che lo stesso, dopo essersi appartato con due persone, consegna loro una pen drive e ne riceve in cambio una busta, nella quale gli sembra di scorgere del denaro. Convinto di aver assistito alla consegna di materiale di proprietà aziendale in favore di personale riconducibile ad una società concorrente, Tizio, sentendosi autorizzato dall’ordine del proprio superiore gerarchico, interviene bruscamente e aggredisce il gruppo, pretendendo l’immediata consegna del supporto informatico. Ne nasce una colluttazione nel corso della quale Tizio, credendo di scorgere un’arma puntata nella sua direzione, impugna la pistola legalmente detenuta ed esplode un colpo in direzione di Caio, colpendolo in modo letale. Subito dopo, spaventato per l’accaduto, Tizio si dà alla fuga, portando con sé la pen drive caduta a terra durante la colluttazione. Il candidato, assunte le vesti dell’avvocato di Tizio, individui le ipotesi di reato configurabili a carico del suo assistito, prospettando, altresì, la linea difensiva più utile alla difesa dello stesso.

LEGGI LE SOLUZIONI FORNITE DALLA SCUOLA DI FORMAZIONE GIURIDICA ZINCANI

Per la preparazione all’esame avvocato, vedi le nostre proposte QUI!

 

Traccia 2: Il diciannovenne Caio conosce su facebook la tredicenne Mevia e tra i due inizia una fitta corrispondenza via chat, senza che mai avvenga un incontro effettivo. Caio, dopo qualche tempo, chiede a Mevia di inviargli delle foto in cui lei mostri le sue parti intime. Mevia gli invia le foto richieste e, a sua volta, chiede a Caio di inviarle qualche foto in cui anch’egli sia nudo. Caio Le invia una foto in cui lui stesso e il suo amico coetaneo Sempronio, nel corso di una festa, posavano ubriachi e in slip: foto che Sempronio aveva proibito a Caio di diffondere. La madre di Mevia, avendo per caso scoperto sul computer della ragazza la fitta corrispondenza intercorsa con Caio e le foto che i due si erano scambiati, denuncia il giovane. Successivamente anche Sempronio, avendo appreso dalla stampa locale che Caio aveva inviato a Mevia la foto che Lui aveva vietato di diffondere, denuncia l’amico. Il candidato, assunte le vesti dell’avvocato di Caio, individui le ipotesi di reato configurabili a carico del suo assistito, prospettando, altresì, la linea difensiva più utile alla difesa dello stesso.

LEGGI LE SOLUZIONI FORNITE DALLA SCUOLA DI FORMAZIONE GIURIDICA ZINCANI

 

Domani, l’atto difensivo

Domani sarà il giorno dell’ultima prova, con la redazione dell’atto difensivo, il quale dovrà essere strutturato e motivato sia nella parte in fatto che nella parte in diritto, prendendo le parti del proprio assistito, proprio come avviene nell’esercizio concreto della professione.

 

Hai già superato le prove scritte? Preparati alla prova orale con i nostri MANUALI BREVI!

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!