Esame avvocato 2017, gli scritti dal 12 al 14 dicembre
Home » News » Focus

Esame avvocato 2017, gli scritti dal 12 al 14 dicembre

Redazione

Versione PDF del documento

pratica forense presso Inps

È ufficiale: le prove scritte dell’Esame avvocato 2017 si terranno il prossimo 12, 13 e 14 dicembre. A confermarlo definitivamente è stato il Decreto del Ministero della Giustizia pubblicato in Gazzetta Ufficiale venerdì 25 agosto. Gli aspiranti avvocati di tutta Italia dovranno inviare domanda di partecipazione all’esame di abilitazione entro lunedì 13 novembre. Vediamo intanto tutte le informazioni principali che bisogna sapere, le materie oggetto degli esami le modalità di svolgimento delle prove.

 

Scarica il Decreto del Ministero della Giustizia con tutte le istruzioni per l’Esame avvocato 2017.

 

Come si svolgeranno le tre prove scritte?

Prima di tutto, un respiro di sollievo: come anticipato negli scorsi mesi, anche per quest’anno sarà possibile utilizzare nel corso degli esami scritti i codici commentati. La tanto temuta riforma non entrerà quindi in vigore prima –almeno– dell’anno prossimo.

Ma come si svolgeranno le tre prove scritte dell’esame di abilitazione alla professione forense 2017? Come indicato dal Decreto allegato, gli scritti si terranno nelle sedi delle varie Corti di Appello a partire dalle ore 9:00 il 12, 13 e 14 dicembre 2017. I candidati avranno a disposizione per ogni prova sette ore di tempo.

 

Volume consigliato:

Compendio di Diritto civile

Compendio di Diritto civile

Anna Costagliola - Lucia Nacciarone, 2017, Maggioli Editore

Una trattazione dei fondamenti e degli istituti caratte- rizzanti il diritto civile, che  affronta in  modo semplice  e sistematico le tematiche rilevanti per lo studio della materia. Il volume è aggiornato ai più recenti provvedimenti nor- mativi, tra i quali...



 

Quali sono gli argomenti degli scritti?

Come l’anno scorso, la prima prova scritta del 12 dicembre consisterà nella redazione di un parere motivato in materia regolata dal Codice civile. La seconda prova avrà invece ad oggetto la redazione di un parere in materia regolata dal Codice penale. Per entrambe le prove, i candidati potranno scegliere tra due questioni proposte in sede d’esame.

In sede di terza prova gli aspiranti avvocati dovranno redigere un atto giudiziario “che postuli conoscenze di diritto sostanziale e di diritto processuale”, con quesiti a scelta tra diritto privato, diritto penale e diritto amministrativo.

Come presentare domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione all’Esame avvocato 2017 dovrà essere presentata in modalità telematiche entro il 13 novembre 2017. Il candidato dovrà collegarsi con il sito internet del Ministero della Giustizia (www.giustizia.it), registrarsi nella sezione “Strumenti / Concorsi, esami assunzioni” e compilare l’apposito modulo online. Il sistema notificherà poi l’avvenuta ricezione fornendo un collegamento al file in PDF contenente la propria domanda di partecipazione.

La domanda di partecipazione andrà stampata e firmata in calce, quindi scansionata e inviata insieme a un documento di identità e alle quietanze dei pagamenti richiesti. In particolare, il candidato dovrà versare una tassa di 12,91 euro e un contributo spese di 50 euro. La procedura di iscrizione sarà terminata quando il sistema genererà la ricevuta contenente codice identificativo e codice a barre; la ricevuta andrà salvata e stampata e dovrà essere presentata in sede d’esame.

Le prove orali e il punteggio finale

Le prove orali dell’esame di abilitazione forense 2017, le cui date saranno rese note solo nei prossimi mesi, consisteranno invece nella discussione di questioni relative a cinque materie a scelta del candidato tra le principali branche del diritto e nella dimostrazione di conoscenza dell’ordinamento forense e dei diritti e doveri dell’avvocato.

Tenendo a mente che per ogni prova ognuno dei cinque esaminatori potrà assegnare un massimo di dieci punti a candidato, saranno ammessi agli orali solo gli aspiranti avvocati che otterranno un punteggio complessivo agli scritti di almeno 90 punti. I candidati dovranno inoltre avere ottenuto un punteggio non inferiore a 30 punti in almeno due delle tre prove.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it