E' stato indetto il concorso per la carriera di Commissario di Polizia

E’ stato indetto il concorso per la carriera di Commissario di Polizia

Redazione

Versione PDF del documento

E’ indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per il conferimento di ottanta posti di commissario della carriera dei funzionari della Polizia di Stato.

La domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata e trasmessa entro il termine perentorio di trenta giorni – che decorre dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami»- utilizzando esclusivamente la procedura
informatica disponibile all’indirizzo https://concorsionline.poliziadistato.it (dove si dovra’ cliccare
sull’icona «Concorso pubblico»). A quest’ultima procedura informatica, il candidato potra’ accedere unicamente tramite il Sistema pubblico di identita’ digitale (SPID), con le relative credenziali (username e password), che dovra’ previamente ottenere rivolgendosi a uno degli identity provider accreditati presso l’Agenzia per l’Italia Digitale (A.G.I.D.), come da informazioni presenti sul sito istituzionale www.spid.gov.it

Una volta completata la suddetta procedura online, il candidato potra’ scaricare e stampare copia della domanda inviata.
Qualora il candidato volesse modificare la domanda gia’ trasmessa, la dovra’ annullare per inviarne una nuova versione, entro il termine perentorio indicato al comma 1. In ogni caso, alla scadenza del predetto termine perentorio, il sistema informatico non ricevera’ piu’ dati.

Nella domanda di partecipazione al concorso, il candidato deve dichiarare:
a) il cognome ed il nome;
b) il luogo e la data di nascita;
c) il codice fiscale;
d) la residenza o il domicilio, precisando altresi’ il recapito e l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui
personalmente intestata, dove intende ricevere le comunicazioni relative al concorso;
e) il possesso della cittadinanza italiana;
f) se intenda concorrere ai posti riservati di cui all’art. 2, primo comma, lettera C) del presente bando. A tal fine, il candidato in possesso dell’attestato di bilinguismo, di cui all’art. 4, terzo comma, n. 4) del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, dovra’ specificare la lingua, italiana o tedesca, che preferisce per sostenere l’eventuale prova preselettiva e le prove d’esame;
g) se intenda concorrere ai posti riservati di cui all’art. 2, primo comma lettere A), B), D) del presente bando;
h) il titolo di studio richiesto per la partecipazione al concorso, conseguito o da conseguire, entro la prima prova
concorsuale, anche se preselettiva, con l’indicazione dell’Universita’, o dell’Istituto universitario equiparato, che lo ha
rilasciato, della data di conseguimento e di tutte le altre informazioni previste, in proposito, dalla procedura on line;
i) se iscritto nelle liste elettorali, ovvero il motivo della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
j) eventuali condanne penali a proprio carico, anche ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura penale, procedimenti penali o per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione, o comunque precedenti penali iscrivibili nel casellario giudiziale ai sensi dell’art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica 14
novembre 2002, n. 313. In caso positivo, il candidato dovra’ precisare la data di ogni provvedimento e l’autorita’ giudiziaria che lo ha emanato o presso la quale pende il procedimento;
k) le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego, specificando se sia stato espulso dalle Forze armate, dai Corpi militarmente organizzati, destituito da pubblici uffici, o dispensato dall’impiego per persistente insufficiente rendimento, oppure decaduto dall’impiego, ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, o sospeso cautelarmente dal servizio a norma
dell’art. 93 del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3;
l) per il candidato di sesso maschile, la posizione nei riguardi degli obblighi di leva, specificando, se nato entro il 1985, di non essere obiettore di coscienza ammesso a prestare servizio civile, oppure di avere rinunciato formalmente allo status di obiettore;
m) la lingua, a scelta tra inglese, francese, tedesco e spagnolo, nella quale intende sostenere la verifica della conoscenza della lingua straniera, in sede di prova d’esame orale;
n) l’eventuale possesso dei titoli di preferenza, indicati all’art. 5, comma quarto del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni, in quanto compatibili con i requisiti previsti per l’accesso nei ruoli della Polizia di Stato nonche’ all’art. 73, comma 14 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito in legge n. 98 del 20 agosto 2013;
o) di essere a conoscenza delle responsabilita’ penali previste in caso di dichiarazioni mendaci, ai sensi dell’art. 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Prova d’esame

Nel caso si debba svolgere la prova preselettiva, stabilita dall’art. 7 del presente bando, il concorso si articolera’ nelle
seguenti fasi:
-prova preselettiva;
-accertamento dell’efficienza fisica;
-accertamenti psico-fisici;
-accertamento attitudinale;
-prove scritte;
-valutazione dei titoli dei candidati;
-prova orale.

 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!