Da oggi riprendono le attività nei tribunali

Redazione 03/09/20
Scarica PDF Stampa
Da oggi giovedì 3 settembre, i Tribunale tornano a funzionare e a pieno regime. 

A dir il vero, il vero e proprio periodo emergenziale si è concluso il 30 giugno, ma, anche in ragione dell’approssimarsi delle ferie e delle incertezze all’epoca ancora più grandi che oggi, luglio può essere considerato come un mese di transizione che ha lasciato molte cose in eredità a settembre.

Il distanziamento rimane la priorità

La priorità, in tutti gli uffici, è quella di garantire il distanziamento. E questa è anche la grande sfida, se solo si considera che in molti tribunali gli spazi a disposizione per celebrare le udienze sono ridotti ed evitare gli affollamenti è complicato.

Ma una soluzione condivisa da molti c’è: prevedere delle fasce orarie per le udienze, che saranno celebrate anche di pomeriggio.

Quasi ovunque, poi, si continuerà ad accedere alle cancellerie esclusivamente su appuntamento, peraltro solo ove non sarà possibile procedere all’adempimento necessario in maniera virtuale, evitando la presenza fisica.

In caso di positivi?

Il macroproblema riguarda gli eventuali soggetti positivi al coronavirus tra coloro che hanno avuto accesso al tribunale.

Già è successo, ad Ancona, ma per fortuna quando ancora le attività erano ridotte. Dalla ripresa in poi potrebbe essere più complesso gestire una simile emergenza, ma i vari uffici si stanno già organizzando, ad esempio ipotizzando locali alternativi in cui dirottare le attività da compiere mentre si procede alla sanificazione.

A novembre la prossima prova

In ogni caso, fino al 31 ottobre continua a essere possibile celebrare le udienze civili a distanza tramite collegamenti audiovisivi o sostituirle con il deposito di note scritte se a esse sono chiamati a partecipare solo i difensori.

Una nuova fase da gestire con la massima cura è quindi attesa per novembre, nella speranza che, nel frattempo, l’emergenza epidemiologica rientri il più possibile.

Volume consigliato

COVID-19 DPI E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI DI LAVORO – eBook

Il recente d.P.C.M. 11 giugno 2020 ha introdotto importanti novità per contenere la diffusione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, imponendo a tutte le attività economiche precisi obblighi di igiene, pulizia giornaliera e sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago (es. zona fumatori, zona coffee break, ecc.).Parimenti sono state confermati e, per altri versi, rafforzati gli obblighi di l’uso delle mascherine e degli altri dispositivi di protezione individuale (DPI). Il rispetto di questi nuovi obblighi comporta la necessità di rivedere gli attuali modelli di gestione dell’attività d’impresa e di riorganizzare il lavoro rimodulando le stesse procedure di prevenzione e di sicurezza.L’e-book si inquadra in questo contesto e si propone come un vero e proprio vademecum per orientare il lettore nel nuovo contesto giuridico e normativo di riferimento. Esso illustra, con esempi pratici ed estrema chiarezza, le modalità per procedere alla sanificazione dei locali e quelle per la semplice pulizia o disinfezione.Vengono poste poi in evidenza le modalità di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e di comunità, soffermandosi sul panorama normativo di riferimento e sulle agevolazioni fiscali e sui crediti d’imposta previsti dalla vigente legislazione.Vengono poi trattati i temi della detraibilità delle spese sostenute per l’acquisto di mascherine protettive, del regime IVA sui beni necessari per il contenimento dell’emergenza sanitaria e del prezzo di vendita al pubblico delle mascherine.Di assoluto rilievo, infine, è la parte che tratta delle varie misure di prevenzione e protezione – nella specie l’obbligo di utilizzo dei DPI e quello di pulizia e sanificazione degli ambienti – che il nuovo d.P.C.M. 11 giugno 2020 ha imposto per le singole attività produttive.Insomma una vera e propria guida pratica per porre l’azienda nelle condizioni di gestire in sicurezza la propria attività.Pierpaolo MasciocchiAvvocato, Direttore del Settore Sicurezza sul lavoro di Confcommercio e componente della Commissione consultiva del Ministero del Lavoro. 

Pierpaolo Masciocchi | 2020 Maggioli Editore

14.90 €  12.67 €

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento