Concorso Inps 2017: bando in uscita, quali sono i requisiti?
Home » News » Focus

Concorso Inps 2017: bando in uscita, quali sono i requisiti?

Redazione

Versione PDF del documento

Concorso funzionari Inps

L’Inps pubblicherà tra poche settimane un bando di concorso per la selezione di ben 900 nuovi funzionari. L’attesissimo concorso, annunciato già alla fine dello scorso anno, attirerà con ogni probabilità un numero molto grande di candidati da tutta Italia; in questi ultimi giorni il presidente dell’Istituto Tito Boeri ha finalmente confermato ufficialmente che il bando sarà pubblicato a breve, probabilmente subito dopo la fine dell’estate. Diritto.it vi terrà come sempre aggiornati con tutte le novità più importanti in tempo reale.

Nel frattempo, vediamo quali saranno con tutta probabilità i requisiti per partecipare al concorso Inps, e con quali materie i candidati dovranno confrontarsi durante le prove d’esame.

 

L’Inps assume 900 nuovi funzionari

Il concorso pubblico dell’Inps per l’assunzione di 900 nuovi funzionari, dunque, partirà “nelle prossime settimane” e servirà a rafforzare e svecchiare l’organico dell’Istituto in vista dell’assegnazione delle nuove competenze e dei nuovi servizi erogati al pubblico. Già nell’ottobre 2016 Tito Boeri aveva firmato il provvedimento che autorizzava la riorganizzazione dell’Inps, anche allo scopo di ridurre l’età media dei dipendenti, ma è solo negli ultimi giorni che si sta parlando più nel concreto della creazione di 900 nuovi posti di lavoro per funzionari di fascia C.

Circa 300 di queste assunzioni, in realtà, dovrebbero avvenire già nei prossimi mesi tramite scorrimento delle graduatorie degli idonei risultanti dai precedenti concorsi. L’attesissimo concorso pubblico che sarà pubblicato nelle settimane successive porterà dunque all’assunzione, nella pratica, solo dei restanti 600 funzionari.

 

Volume consigliato:

 

Requisiti, necessaria la laurea magistrale

Quali saranno i requisiti per partecipare al concorso Inps 2017?

Bisognerà attendere la pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale per esserne certi, ma con ogni probabilità, stando alle dichiarazioni di Boeri e basandosi anche su quanto accaduto per i precedenti concorsi, sarà necessaria la laurea magistrale in Economia, Ingegneria gestionale o Giurisprudenza. E non solo: dato il ruolo di responsabilità che i nuovi funzionari andranno a ricoprire, costituirà requisito di accesso privilegiato il possesso di un dottorato.

Nel bando ufficiale verrà anche specificato se potranno partecipare al concorso i candidati che possiedono una laurea magistrale in una materia diversa tra quelle sopra indicate. Quello che è praticamente certo già da oggi, comunque, è che i concorrenti dovranno avere una buona conoscenza della lingua inglese.

Le prove di selezione: due esami scritti e un orale

Anche per conoscere i dettagli sulle prove di selezione del concorso Inps bisognerà aspettare la pubblicazione del bando in Gazzetta, tuttavia è già possibile anticipare che ci saranno quasi sicuramente due prove scritte e un orale.

Basandosi sul precedente concorso Inps del 2007, si può prevedere con buona approssimazione quali saranno le materie oggetto d’esame: diritto amministrativo e costituzionale, diritto del lavoro, diritto commerciale, contabilità pubblica, scienza delle finanze, ordinamento dell’Inps e ovviamente lingua inglese. Prevista anche la verifica delle conoscenze informatiche di base dei candidati.

Segnaliamo anche che, come è ormai consuetudine per tutte le procedure di concorso pubblico, se il numero delle domande che perverranno all’Inps sarà molto elevato l’Istituto organizzerà anche delle prove preselettive che gli aspiranti funzionari dovranno sostenere prima degli scritti.

Il tirocinio formativo di 6 mesi

La novità più importante che riguarda le procedure di selezione dei 900 funzionari Inps è però lo svolgimento di un tirocinio formativo di 6 mesi al quale tutti i candidati che arriveranno ai primi posti in graduatoria dovranno prendere parte prima del colloquio orale. Il tirocinio diventa quindi, come è già successo per il concorso per funzionari dell’Agenzia delle Entrate, un vero e proprio elemento di valutazione ai fini dell’assunzione finale. Dettagli sulle modalità e sui tempi del tirocinio, come sempre, verranno forniti dal bando di concorso di prossima pubblicazione. Diritto.it vi terrà aggiornati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it