Concorso 300 notai, scadenza il 9 novembre

Redazione 25/10/17
Scarica PDF Stampa
Grande attesa per il nuovo concorso per 300 notai, il cui bando è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 10 ottobre scorso. Per presentare le domande c’è tempo fino a giovedì 9 novembre, mentre per conoscere il programma e il calendario delle prove del concorso bisognerà aspettare il 19 gennaio 2018. Vediamo allora nel dettaglio quali sono i requisiti che i concorrenti devono possedere, come si svolgeranno gli esami e come si può inviare domanda di partecipazione.

 

I requisiti di partecipazione al concorso

Possono inviare domanda di partecipazione al concorso per 300 notai i cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione Europea che abbiano un’età compresa tra i 21 anni e i 50 anni non ancora compiuti e una laurea specialistica o magistrale in Giurisprudenza. I candidati dovranno inoltre aver svolto la pratica presso un notaio per 18 mesi, di cui almeno per 1 anno continuativamente dopo la laurea.

È inoltre necessario, come specificato dal bando pubblicato in Gazzetta, che alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda i candidati non siano stati dichiarati non idonei in tre precedenti concorsi per posti di notaio banditi successivamente all’entrata in vigore della Legge 18 giugno 2009, n. 69.

 

Volume consigliato:

Formulario commentato delle successioni, divisioni e donazioni

Aggiornata con la disciplina delle unioni civili e delle convivenze di fatto (Legge n. 76/2016) e la più recente giurisprudenza di settore, l’Opera è una raccolta di 178 Formule, a supporto del Professionista nell’applicazione pratica degli artt. 456-809 del codice civile e si configura come uno strumento giuridico di grande utilità pratica per la risoluzione delle questioni legali più controverse in materia di successioni legittime e testamentarie, divisioni e donazioni, tenuto conto della procedura di mediazione obbligatoria.Ciascuna formula – corredata da commento su competenza e legittimazione, note esplicative su legislazione vigente e disciplina fiscale e ricca selezione giurisprudenziale – chiarisce istituti complessi nell’ambito delle successioni in generale, successioni legittime, successioni testamentarie, donazioni, patto di famiglia, mediazione e legge 76/2016, in particolare: • apertura della successione e delazione dell’eredità• capacità di succedere• indegnità• accettazione dell’eredità• beneficio di inventario• procedura di liquidazione per il pagamento dei creditori e legatari• separazione dei beni del defunto da quelli dell’erede• rinunzia all’eredità• eredità giacente• azione di petizione ereditaria• diritti riservati ai legittimari ed azioni di riduzione• successioni legittime e successioni testamentarie• capacità testamentaria• forme dei testamenti• legati• sostituzioni• esecutori testamentari• divisione• collazione• pagamento dei debiti ereditari• donazioniCon aggiornarmenti on line e cd-rom contenente formule compilabili e stampabili, normativa e giurisprudenza.Benito Nigro Avvocato, esperto nella predisposizione di formulari giuridici.Lucilla Nigro Avvocato cassazionista, esperta nella redazione di formulari giuridici; mediatore presso camera di commercio e organismi privati; arbitro presso camera di commercio.Requisiti hardware e software- Sistema operativo: Windows® 98 o successivi- Browser: Internet- Programma capace di editare documenti in formato RTF (es. Microsoft Word) e visualizzare documenti in formato PDF (es. Acrobat Reader)

Benito Nigro, Lucilla Nigro | 2016 Maggioli Editore

45.00 €  42.75 €

 

Come si invia la domanda di partecipazione?

La domanda di partecipazione al concorso, come accennato in apertura, deve essere presentata entro il termine ultimo del 9 novembre 2017.

La domanda deve essere redatta per via telematica, compilando l’apposito modulo già disponibile all’interno del sito internet del Ministero della Giustizia (www.giustizia.it), nella sezione “Strumenti” alla voce “Concorsi, esami, selezioni e assunzioni”. Una volta completata la procedura, la domanda va poi stampata e corredata di marca da bollo del valore di 16 euro: la stessa deve infine essere spedita, assieme a tutti gli altri pagamenti richiesti, al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale competente del luogo di residenza del candidato.

Ricordiamo infine che la domanda deve essere firmata con sottoscrizione autenticata, a cui può comunque provvedere anche il funzionario della procura che riceve l’atto.

Le prove del concorso

Le selezioni del concorso per 300 notai consistono in tre prove teorico-pratiche e tre prove orali. Le prove pratiche consistono nella compilazione di un atto di ultima volontà e di due atti tra vivi, di cui uno di diritto commerciale. È inoltre richiesto lo svolgimento dei principi attinenti agli istituti giuridici relativi agli atti. Le tre prove orali riguarderanno invece il diritto civile, commerciale e volontaria giurisdizione, l’ordinamento del notariato e degli archivi notarili e le disposizioni relative ai tributi sugli affari.

Risulteranno idonei i candidati che otterranno almeno 35 punti per ognuna delle sei prove d’esame scritto e orale. La graduatoria generale dei vincitori del concorso sarà formata in base al totale dei voti assegnati a ciascun candidato idoneo.

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento