CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

recensione libro

Versione PDF del documento

PRESENTAZIONE DELL?OPERA

di Giovanni Fontana (?)

?

TITOLO: CODICE DI COMPORTAENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

?

AUTORE: AA.VV.

?

EDITORE: GIUFFRE? EDITORE MILANO

?

EDIZIONE: 2005

?

CODICE: ISBN 88-14-11823-X

?

PREZZO DI COPERTINA: 36,00

?

PIANO DELL?OPERA:

?

– CODICE DI COMPORTAMENTO DI CUI AL D.M. 28.11.2000

– MOLESTIE E INCOMPATIBILITA? AMBIENTALE

– APPENDICE NORMATIVA

?

CONTENUTO:

?

Tra le ultime novit? de ?Le nuove leggi amministrative?, commentate a prima lettura e coordinate dal Prof. Vittorio Italia, figura il ?Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni?, che altro non ?, che un commento allargato alle disposizioni che indicano i comportamenti individuali dei singoli dipendenti pubblici privatizzati, sia in ambiente lavorativo, che al di fuori di questo; quindi, un articolato susseguirsi di autorevoli letture di tutte quelle disposizioni che a vario titolo formano la ?spina dorsale? del sistema dell?amministrazione pubblica e dei suoi complessi rapporti di lavoro interno, non escludendo con ci? tutti quei comportamenti soggettivi e collettivi, che possono dare luogo a quei fenomeni deleteri indicati con i termini omnicomprensivi di mobbing, incompatibilit? ambientale e molestie sessuali.

Come gi? detto in altre occasioni, l?autorevolezza di chi compila un testo di divulgazione scientifica, quale quello che siamo qui a presentare, ?emargina?, evidentemente, chi si accinge in questo tentativo.

Piuttosto, chi presenta questo oggi questo testo, lo fa nella consapevolezza che quel codice di comportamento consegnato dal datore di lavoro al lavoratore, spesso finisce nel fondo di un cassetto, per essere poi (quando?) letto. Lo fa, perch? ben al di la del valore di fonte del diritto che questo non ha, resta comunque presente il suo valore etico e di indirizzo della coscienza del dipendente pubblico privatizzato.

Le parole, insomma, esprimono comunque sostanza, e se questa resta inespressa, pian piano rischia di disperdersi nella memoria e quindi nell?oblio della coscienza.

Da qui l?occasione per arricchire di ulteriore significato queste brevi disposizioni, affinch? chi decide di svolgere la pubblica funzione mai dimentichi di essere, innanzitutto, un servitore dello Stato; mai dimentichi che le modalit? di accesso alla pubblica amministrazione individuano il diritto-dovere del cittadino a rendersi parte attiva dell?amministrazione della cosa pubblica; mai perda di vista che la nobilt? della funzione del dipendente pubblico, bene si concilia con la nobilt? d?azione pubblica, come privata e che quindi, il suo comportamento ? anche espressione di un valore etico.

Dunque, un codice che il suo compilatore collettaneo ha commentato articolo per articolo, con quella pazienza e con quella dovizia di particolari che caratterizza e ha sempre caratterizzato le opere nell?ambito delle quali il Vittorio Italia ha posto il suo sigillo.

?

(*) Ufficiale della Polizia Municipale, tecnico del segnalamento, iscritto all?albo dei docenti della Scuola di Polizia Locale dell?Emilia Romagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it