Canone RAI in bolletta: arriva anche l’ok del Garante Privacy

di Redazione

Dopo quello del Consiglio di Stato arriva anche l’ok del Garante Privacy sullo schema di Decreto MISE in materia di canone RAI in bolletta. Dall’Authority parere positivo pur con riserva di valutare, con separato procedimento, il funzionamento della nuova disciplina.

A breve il D.M. dovrebbe approdare in Gazzetta Ufficiale.

Al fine di assicurare idonee garanzie ai contribuenti in relazione alla correttezza del trattamento dei dati nell’addebito del canone in bolletta occorre che venga assicurata la maggior consapevolezza possibile dei contribuenti in relazione alla circostanza che i dati acquisiti in sede di stipula del contratto per la scelta della tipologia di tariffa di fornitura dell’energia elettrica sono adesso utilizzati anche ai fini dell’addebito del canone nonché in ordine alle modalità di aggiornamento/rettifica degli stessi.

In ordine, poi, al SII, tale sistema informativo andava istituito nel rispetto delle norme stabilite dal Garante (ex art. 1-bis, Legge n. 105/10). La relativa costituzione, quindi, avrebbe dovuto essere sottoposta al vaglio formale del Garante.

Motivo per cui l’Authority si è riservata di valutarne, con separato procedimento, il corretto funzionamento.

Sull’argomento LEGGI ANCHE “Canone Rai, il Consiglio di Stato rilascia parere favorevole

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!