Bonus Elettrodomestici fino al 2024 e per chi acquista online ci sono i codici sconto

di Redazione
PDF

La bozza relativa alla Legge di Bilancio 2022 ha confermato fino al 2024 il Bonus Elettrodomestici, anche se con alcune modifiche rispetto al passato. Si tratta di un’agevolazione fiscale pensata per coloro che realizzano lavori di ristrutturazione edilizia e che permette di portare in detrazione il 50% di quanto speso. Ma quali sono i limiti della misura e quali elettrodomestici è possibile acquistare con il bonus?

Bonus elettrodomestici confermato fino al 2024?

Come anticipato, è stato confermato fino al 2024 il Bonus Mobili ed Elettrodomestici. Alcune importanti novità però, sono state introdotte rispetto al passato, e la prima di queste riguarda il tetto di spesa massimo, sceso a 5.000 euro rispetto ai 16.000 euro del 2021. Ma in cosa consiste l’agevolazione? Innanzitutto il Bonus è pensato per coloro che realizzano interventi di ristrutturazione edilizia.

I soggetti che possono beneficiare del Bonus, hanno l’opportunità di portare in detrazione nel momento della dichiarazione dei redditi il 50% di quanto speso per grandi elettrodomestici, mobili e arredi. Tale detrazione dovrà essere ripartita in dieci quote di pari importo tra gli aventi diritto. Inutile sottolineare come si tratti di un’agevolazione davvero molto importante.

Bonus elettrodomestici e codici sconto per chi acquista online

Abbiamo detto che nonostante il tetto massimo di spesa del Bonus Elettrodomestici sia stato abbassato, rimane comunque un’agevolazione interessante. Ma le occasioni per risparmiare non terminano qui, perché per coloro che acquistano online, è possibile utilizzare i codici sconto.

I buoni sconto, definiti anche coupon o voucher, offrono la possibilità alla clientela online di ottenere sconti in più che cambiano di frequente. Stiamo parlando della possibilità di utilizzare i coupon forniti dai vari e-commerce in abbinamento al Bonus Elettrodomestici.

Come funzionano i codici sconto? Una delle caratteristiche principali di questo sistema riguarda la semplicità di utilizzo, dal momento che il cliente non deve fare nulla di diverso da quanto è abituato a fare, se non aggiungere in più il buono sconto nel carrello prima di pagare.

Dove trovare i coupon? In questi ultimi anni, sono nati numerosi portali specializzati nella raccolta di buoni promozionali e basterà effettuare una ricerca su Google per trovarne parecchi. Anche noi lo abbiamo fatto, ricercando la parola migliori siti di codici sconto abbiamo scelto topnegozi.it che ci ha colpito in modo particolare poiché in abbinamento ai coupon offre gratuitamente anche il cashback, soldi indietro dai propri acquisti. Niente male, la possibilità di ricevere un doppio vantaggio che con il Bonus elettrodomestici diventa triplo.

Quali negozi online di elettrodomestici utilizzano i buoni sconto?

Di negozi online che vendono elettrodomestici e utilizzano i coupon promozionali ce ne sono molti, alcuni di questi sono marchi di grandi catene che operano da tanti anni sul territorio. Si potranno infatti fare acquisti utilizzando un codice sconto Mediaworld, Unieuro, Comet e Euronics.

A questi si aggiungono altri e-shop specializzati da sempre nel canale online come Monclick, Onlinestore, Freeshop e Yeppon.

Qual è il limite di spesa del bonus elettrodomestici?

Quella del limite di spesa è una delle novità introdotte per il Bonus Elettrodomestici 2022. In passato infatti, il tetto massimo di spesa da portare in detrazione era di 10.000 euro. La Legge di Bilancio 2021 aveva innalzato il limite a 16.000 euro. Questa ulteriore modifica però, ha fissato la spesa massima fino al 2024 a 5.000 euro, rimanendo comunque un incentivo interessante.

Quali elettrodomestici è possibile acquistare con il bonus?

La detrazione Irpef del 50% è valida per comprare mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ (oppure A per i forni). Nel dettaglio, gli elettrodomestici ammessi sono i seguenti:

  • Lavatrici, congelatori, frigoriferi, lavasciuga, asciugatrici, lavastoviglie, stufe elettriche, apparecchi per la cottura, forni a microonde, piastre riscaldanti, radiatori elettrici, ventilatori e impianti di condizionamento.

Un altro requisito fondamentale e che gli elettrodomestici dovranno servire ad arredare un immobile per cui siano stati realizzati interventi di ristrutturazione edilizia, sia su singole unità che su parti comuni di edifici residenziali.

Per il momento è tutto, ma se ti piace rimanere aggiornato sulle ultime agevolazioni fiscali, torna a trovarci presto, Diritto.it è il portale giuridico online al servizio di professionisti e cittadini.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!