Bando per tirocini formativi presso il Consiglio di Stato

Bando di selezione per 30 tirocini formativi presso il Consiglio di Stato

Redazione

Versione PDF del documento

Ai sensi dell’art. 73 del decreto legge n. 69/2013, convertito nella legge n. 98/2013 e successive  modificazioni, è indetta la procedura per la selezione di n. 30 tirocinanti da immettere presso le Sezioni consultive e giurisdizionali del Consiglio di Stato a supporto dell’attività del magistrato e nell’Ufficio  del processo.

Requisiti di partecipazione

La formazione è riservata ai laureati in giurisprudenza che, all’esito di un corso di laurea di almeno quattro anni:
• siano in possesso dei requisiti di onorabilità di cui all’art. 42 ter, comma 2, lett. g), del r.d. 30 gennaio 1941, n.12 (ovvero non abbiano riportato condanne per delitti non colposi o a pena detentiva per  contravvenzioni e non siano stati sottoposti a misure di sicurezza o di prevenzione);
• abbiano riportato una media di almeno 27/30 negli esami di diritto costituzionale, diritto privato, diritto processuale civile, diritto commerciale, diritto penale, diritto processuale penale,  diritto del lavoro e diritto amministrativo, ovvero un punteggio di laurea non inferiore a  105/110;
non abbiano compiuto i trenta anni di età.

Esito del procedimento formativo

Al termine del periodo formativo il magistrato tutor redige una relazione sull’esito del tirocinio svolto a supporto. Analoga relazione viene svolta per il periodo di formazione presso l’Ufficio del processo a cura del Presidente della Sezione competente o da magistrato suo delegato.
Entrambe le relazioni vanno trasmesse all’Ufficio di Segreteria del Segretario generale della Giustizia amministrativa, che rilascia un attestato di positivo svolgimento, ove suffragato dalle
risultanze.
L’esito positivo del tirocinio formativo:
1. costituisce titolo per l’accesso al concorso per magistrato ordinario;
2. è valutato per un periodo pari ad un anno di tirocinio forense e notarile;
3. è valutato per un periodo pari ad un anno ai fini della frequenza dei corsi delle scuole di
specializzazione per le professioni legali, fermo restando il superamento delle verifiche intermedie
e delle prove finali d’esame;
4. costituisce titolo di preferenza per la nomina a giudice onorario di tribunale e a vice procuratore
onorario;
5. costituisce titolo di preferenza, a parità di merito, nei concorsi indetti dall’amministrazione della
giustizia, dall’amministrazione della giustizia amministrativa e dall’Avvocatura dello Stato.
6. costituisce titolo di preferenza, a parità di titoli e di merito, nei concorsi indetti da altre
amministrazioni dello Stato.

Modalità e termine per la presentazione della domanda

Gli interessati al tirocinio formativo dovranno compilare in ogni sua parte, a pena di inammissibilità,
la domanda allegata e presentarla entro il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente bando sul sito istituzionale della G.A. all’Ufficio di segreteria del Segretariato Generale e di coordinamento dell’attività amministrativa, Palazzo Spada – Piazza Capo di Ferro, n. 13 — 00186 Roma,  unitamente alla documentazione comprovante il possesso dei requisiti richiesti per l’ammissione, anche a norma degli articoli 46 e 47 del d.P.R. 28.12.2000, n. 445, unitamente ad una copia del documento  d’identità sottoscritta dall’interessato.
La domanda può altresì essere presentata nel termine suddetto personalmente presso la Segreteria  del Segretario generale della Giustizia amministrativa – sita al piano nobile di Palazzo Spada, sede del  Consiglio di Stato – ovvero sottoscritta e inviata via e-mail all’indirizzo di posta elettronica: segretariatogenerale@giustizia-amministrativa.it o al seguente indirizzo di posta elettronica certificata (PEC): cds-segretariogensegrpartga-certit.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it