Concorso pubblico per agente di polizia municipale

Bando del concorso indetto dal Comune di Firenze per 50 agenti di Polizia Municipale

Redazione

Versione PDF del documento

COMUNE DI FIRENZE
Direzione Organizzazione – Servizio Risorse Umane
»»»»»»»»»»»»»»»»»»»
CORSO-CONCORSO PUBBLICO
A N. 50 POSTI DI AGENTE POLIZIA MUNICIPALE (cat. C)
pubblicato anche in Rete Civica del Comune di Firenze all?indirizzo:
http://www.comune.firenze.it

IL DIRIGENTE

Vista la Deliberazione G.C. n. 488/364 del 29.5.01 con la quale è stato
istituito un ulteriore contingente di
posti nel profilo di Agente Polizia Municipale;

Visto il vigente Regolamento per l?espletamento dei concorsi approvato con
Deliberazione G.C. n.
934/724 dell?1.8.2000, così come modificato con Deliberazione G.C. n.
489/365
del 29.5.01;

Vista la Deliberazione G.C. n. 490/366 del 29.5.01 con la quale è stato
introdotto, per l?accesso al profilo
di Agente Polizia Municipale, il limite massimo di età di 35 anni;

Vista la Determinazione Dirigenziale n. 6586 del 1.6.2001;

Visto il vigente Contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto del
personale delle
“Regioni-Autonomie locali”;

Vista la Legge 10.4.91, n. 125;

RENDE NOTO

ART. 1 – INDIZIONE DEL CORSO-CONCORSO

E’ indetto un corso-concorso pubblico per esami per la copertura di n. 50
posti
nel profilo professionale di
AGENTE POLIZIA MUNICIPALE – cat. C .
Sui posti messi a concorso operano le riserve di cui alle seguenti leggi:
Legge 12.3.99, n. 68, limitatamente alla categoria orfani e vedove;
Legge 24.12.86, n. 958 come modificata dalla legge 24.12.93, n. 537;
Legge 20.9.80, n. 574.

ART. 2 – TRATTAMENTO ECONOMICO

Al profilo professionale è attribuito il trattamento economico di cui
all?attuale posizione economica C,
integrato dall’indennità integrativa speciale, dall’eventuale assegno per il
nucleo familiare (se ed in quanto
dovuto per legge) e dai ratei della tredicesima mensilità, nonché da
eventuali
emolumenti previsti dalle
vigenti disposizioni legislative. Il trattamento economico sarà soggetto
alle
ritenute nella misura di legge.

ART. 3 – REQUISITI PER L’AMMISSIONE

Sono ammessi al corso-concorso i candidati, dell’uno o dell’altro sesso, in
possesso dei seguenti requisiti:

1.cittadinanza italiana, secondo quanto previsto dall?art. 2 del D.P.C.M.
n.
174/94;
2.godimento dei diritti civili e politici;
3.non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo o non
essere stati sottoposti a
misura di prevenzione;
4.non essere stati espulsi dalle Forze armate o dai Corpi militarmente
organizzati o destituiti dai
pubblici uffici;
5.per i concorrenti di sesso maschile, essere in posizione regolare nei
confronti dell’obbligo di leva;
6.età non inferiore agli anni 18 e non superiore agli anni 35;
7.diploma di Maturità;
8.patente di guida di categoria B (per coloro che l?hanno conseguita
prima
del 26/4/88);

OPPURE

patente di guida di categoria B e patente di guida di categoria A che
consenta di condurre un
motociclo avente qualsiasi tipo di cambio e potenza fino a 25 Kw,
ovvero
rapporto potenza/peso
fino a 0,16 Kw/Kg (per coloro che hanno conseguito la patente B dopo il
26/4/88);
9.non avere impedimenti derivanti da norme di legge o regolamento, ovvero
da
scelte personali, che
limitino il porto e l?uso dell?arma in dotazione obbligatoria a tutti
gli
appartenenti alla Polizia
Municipale ai sensi del vigente Regolamento comunale per la disciplina
dell?armamento del corpo
di Polizia Municipale.

I requisiti di cui sopra devono essere posseduti entro la scadenza del
bando, ad
eccezione delle patenti A
e B, che devono essere possedute entro il 20 settembre 2001.

ART. 4 – REQUISITI PSICO-FISICI

L?accertamento dell?idoneità psico-fisica necessaria per lo svolgimento di t
utte
le mansioni specifiche del
profilo sarà effettuata per tutti i candidati ammissibili al corso secondo
le
modalità di cui al successivo
articolo 6.

In particolare i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a.visione binoculare con visus naturale minimo: 4/10 per ciascun occhio;
visus corretto: 14/10
complessivi e almeno 5/10 per l?occhio peggiore, raggiungibile con
lenti
sferiche positive fino a 4
diottrie e negative fino a 5 diottrie; l?eventuale differenza fra gli
occhi
non deve essere superiore a
3 diottrie; non sono ammessi per l?astigmatismo miopico vizi di
rifrazione
superiori a 3 diottrie, per
l?astigmatismo ipermetropico superiori a 2 diottrie e per
l?astigmatismo
misto superiori a 4 diottrie;
b.senso cromatico sufficiente con percezione dei colori fondamentali,
accertabile con il test delle
matassine colorate;
c.requisiti uditivi: soglia uditiva non superiore a 20 dB nell?orecchio
migliore (come soglia si intende
il valore medio della soglia audiometrica espressa in dB HL per via
aerea
alle frequenze di 500,
1000, 2000 Hz); comunque la soglia per ciascuna frequenza deve essere
inferiore a 50 dB;
d.adeguata capacità funzionale dei quattro arti e della colonna
vertebrale;
e.assenza di infermità e imperfezioni dell?apparato cardio-circolatorio
e/o
respiratorio;
f.assenza di alterazioni neurologiche che possano interferire con lo
stato di
vigilanza o che abbiano
ripercussioni invalidanti di carattere motorio, statico o dinamico; non
possono essere dichiarati
idonei i soggetti che abbiano sofferto negli ultimi due anni di crisi
comiziali;
g.assenza di disturbi mentali, di personalità o comportamentali;
h.non avere dipendenza da sostanze stupefacenti, psicotrope e da alcool.

ART. 5 – PROVA PRESELETTIVA E PROVA SELETTIVA PER L?AMMISSIONE AL
CORSO

La prova preselettiva consisterà in una serie di quiz volti ad accertare la
conoscenza delle
apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e di una
lingua
straniera (a scelta del
candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo) e in una serie di quiz
di
tipo attitudinale.

La prova selettiva per l?ammissione al corso consisterà nella verifica,
mediante
una serie di quiz, delle
seguenti conoscenze tecniche specialistiche:

ordinamento dello Stato;
ordinamento degli Enti locali (D. Lgs. 18.8.2000, n. 267);
nozioni di diritto e procedura penale e disciplina delle sanzioni
amministrative;
nozioni in materia di circolazione stradale;
nozioni in materia di commercio, pubblici esercizi e funzioni di
polizia
amministrativa;
nozioni in materia di urbanistica ed edilizia;
nozioni in materia di tutela dell?ambiente dagli inquinamenti.

La prova preselettiva e la prova selettiva saranno effettuate
contestualmente. I
soli candidati che
conseguiranno l?idoneità nella prova preselettiva (pari a 7/10) saranno
inseriti
nella graduatoria per
l?ammissione al corso in base al punteggio conseguito dagli stessi nella
prova
selettiva.

L?ammissione alla prova preselettiva e alla contestuale prova selettiva
viene
disposta con apposito
provvedimento dirigenziale. Sarà cura dei candidati verificare – a partire
dal
giorno 4 settembre
2001 – la loro ammissione o meno a tali prove, nonché sede, data e ora di
convocazione:

a mezzo della Rete civica del Comune di Firenze all?indirizzo
www.comune.fi.it;
presso l?Albo Pretorio del Comune di Firenze;
presso gli Uffici Relazione con il Pubblico (U.R.P.) del Comune di
Firenze
(tel.
055/27681).

I soli candidati esclusi riceveranno comunicazione per iscritto. Per i
candidati
ammessi le comunicazioni,
rese attraverso gli strumenti anzidetti, hanno valore di notifica a tutti
gli
effetti e costituiscono invito alle
prove in argomento.

ART. 6 – PROVA MOTOCICLISTICA E ACCERTAMENTO DEI REQUISITI
PSICO-FISICI

Sono ammissibili al corso i primi 350 candidati collocati nella graduatoria
di
cui all?art. 5. Qualora alla
350° posizione vi siano degli ex-aequo, sarà ammissibile il candidato più
giovane di età.

Sarà cura dei candidati verificare a mezzo della Rete Civica del Comune di
Firenze all?indirizzo
www.comune.fi.it – a partire dalla data che sarà loro comunicata nel corso
delle
prove
preselettiva/selettiva – la posizione conseguita in graduatoria e, per i
candidati utilmente collocati, il
calendario della prova motociclistica.

I candidati ammissibili al corso, previa esibizione delle patenti di guida A
e
B, saranno sottoposti ad una
prova motociclistica per accertarne l?abilità a condurre un motociclo di
potenza
fino a 25 Kw su un
percorso-gimkana ad ostacoli in un tempo predeterminato. I candidati non in
possesso delle patenti di
guida richieste non potranno sostenere la prova motociclistica e saranno
quindi
esclusi dal corso. La
Commissione giudicatrice del corso-concorso giudicherà l?idoneità o meno dei
candidati. I candidati
dichiarati non idonei saranno esclusi dal corso.

I candidati risultati idonei nella prova motociclistica saranno avviati ai
Distretti sanitari dell?Azienda
U.S.L. 10 di Firenze per l?accertamento dei requisiti psico-fisici di cui
all?art. 4 nei tempi e agli indirizzi
che saranno loro comunicati. Al momento della visita i candidati dovranno
produrre un certificato del
medico di fiducia attestante la loro storia clinica, redatto sullo stampato
che
sarà loro consegnato dal
Comune di Firenze. I candidati non in regola con tali requisiti saranno
esclusi
dal corso. La spesa per gli
accertamenti sanitari è a carico del candidato.

Qualora, a seguito della prova motociclistica e degli accertamenti sanitari,
risulti ammesso al corso un
numero di candidati inferiore a 300, detto contingente sarà reintegrato con
altrettanti candidati sino alla
concorrenza delle 300 unità.

ART. 7 – CORSO

Il corso avrà la durata di 80 ore.

Il progetto del corso – articolazione delle classi, durata delle lezioni per
ciascun argomento, criteri di

impostazione e di conduzione delle lezioni – sarà definito a cura della
Direzione del corso. Il corso sarà
tenuto da docenti con l?eventuale assistenza della figura del tutor che
dovrà
favorire la realizzazione
degli obiettivi formativi.

Il corso verterà sui seguenti argomenti:

legislazione inerente la polizia municipale e organizzazione del Corpo;
etica professionale e comportamentale;
elementi di diritto e procedura penale;
approfondimento del Codice della strada;
approfondimento della disciplina inerente le sanzioni amministrative;
infortunistica stradale;
principali Regolamenti e Ordinanze comunali;
la città: aspetti demografici, economici, sociali e artistici.

Alla successiva prova di concorso, di cui all?art. 8 non saranno ammessi i
candidati che non abbiano
frequentato almeno l?80% delle ore previste dal corso pari a 64 ore.

ART. 8 – PROVA DI ESAME

I candidati in regola con la frequenza saranno invitati a sostenere la prova
di
concorso, almeno 15 giorni
prima della stessa. Ai candidati non ammessi sarà comunicata, per iscritto,
la
relativa esclusione.

La prova di concorso consisterà in un colloquio sulle materie oggetto del
corso.

Per la valutazione della prova orale la Commissione giudicatrice disporrà di
un
punteggio massimo di 30
punti.

Superano la prova orale i candidati che abbiamo conseguito una votazione di
almeno punti 21 su 30.

ART. 9 – FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA

La graduatoria di merito dei candidati sarà formata in base al punteggio
riportato nella prova orale con
l’osservanza, a parità di votazione, delle preferenze di legge, di cui
all?art.
5 del D.P.R.- 9.5.1994, n. 487.
A parità di punteggio e di titoli di preferenza precede il candidato minore
di
età.

La graduatoria avrà validità triennale dalla data della sua approvazione e
potrà
essere utilizzata per la
copertura degli ulteriori posti che, in tale periodo, dovessero rendersi
eventualmente disponibili, ad
eccezione dei posti istituiti o trasformati successivamente all’indizione
del
concorso stesso.

La graduatoria del concorso è depositata per dieci giorni presso i locali
del
Servizio Risorse Umane; del
deposito è dato avviso all’Albo Pretorio del Comune di Firenze. Chiunque vi
abbia interesse, entro il
termine anzidetto, ha facoltà di prenderne visione e presentare reclamo
scritto,
al Dirigente del suddetto
Servizio, per errori od omissioni. Esaminati i reclami il Dirigente
interessato
può rettificare, anche
d’ufficio e senza dare risposta agli interessati, la graduatoria, la quale
sarà
successivamente pubblicata
all’Albo Pretorio.

Dopo tale pubblicazione la graduatoria ha carattere definitivo e dalla data
di
pubblicazione decorre il
termine per eventuali impugnative.

La graduatoria dei candidati idonei sarà altresì utilizzata, per il periodo
di
validità, per le assunzioni di
personale a tempo determinato.

ART. 10 – PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA – MODALITA’ E TERMINI

I candidati, seguendo il fac-simile, devono redigere la domanda in carta
semplice senza tralasciare, pena
l’esclusione, alcuna delle dichiarazioni (sostitutive di certificazioni)
relative al possesso dei requisiti per
l’accesso al pubblico impiego e dei requisiti specifici per l’accesso al
profilo
di cui trattasi
dettagliatamente elencati all’art. 3 del presente bando.

Inoltre i candidati, sempre seguendo le indicazioni contenute nel
fac-simile,
devono dichiarare:

l?eventuale titolo per fruire di una delle riserve;
gli eventuali titoli di preferenza;
la lingua in cui sostenere la prova;
l?indirizzo al quale devono essere inviate le comunicazioni relative al
concorso;
l?autorizzazione al trattamento dei dati personali, ai sensi della
Legge
31.12.96, n. 675, finalizzato
agli adempimenti per l?espletamento del concorso.

In calce alla domanda deve essere apposta, pena l’esclusione, la firma del
candidato.

Alla domanda deve essere allegata l?attestazione originale comprovante
l’avvenuto pagamento della
tassa di lire 7.500 da effettuarsi tramite c/c postale n. 159509 indirizzato
al
Tesoriere del Comune di
Firenze, specificando chiaramente la causale del versamento.

Le domande di partecipazione devono essere prodotte entro il termine
perentorio
di 30 giorni a decorrere
dal giorno successivo alla data del presente bando (corrispondente a quella
di
pubblicazione dello stesso
nella Gazzetta Ufficiale) e precisamente entro il 12.7.2001.

Le domande possono essere spedite a mezzo di raccomandata con avviso di
ricevimento al Comune di
Firenze, Direzione ORGANIZZAZIONE, Viale U. Bassi, 29, 50137 Firenze.
Sull’esterno della busta
deve essere riportata la dicitura “Domanda Corso-concorso Agente Polizia
Municipale”. La data di
spedizione delle domande è stabilita e comprovata dal timbro a data
dell’Ufficio
postale accettante.

Le domande possono inoltre essere presentate direttamente a uno dei seguenti
U.R.P.:

P.zza della Libertà 12
P.zza Alberti 1/a
Via Senese 206 (Galluzzo)
P.zza I° Maggio (Brozzi)
Via Carlo Bini, 5
Via Tagliamento, 4 (Sorgane)
Via dell?Anguillara, 2/r
Via delle Torri, 23 (Villa Vogel)

tutti i giorni dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e il giovedì anche dalle ore
14,30
alle ore 17,30. Deve essere
prodotta, unitamente alla domanda, una fotocopia della stessa che, timbrata
dall?Ufficio accettante,
costituirà ricevuta per il candidato.

L?Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di
comunicazioni dipendenti da
inesatta indicazione del recapito da parte dell?aspirante o da mancata
oppure
tardiva comunicazione del
cambiamento di indirizzo o di domicilio indicati nella domanda, né per
eventuali
disguidi postali e
telegrafici o comunque imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o forza
maggiore, né per la mancata
restituzione dell?avviso di ricevimento di eventuali comunicazioni inviate a
mezzo raccomandata.

ART. 11 – CONDIZIONI PER LA STIPULAZIONE DEL CONTRATTO

L’Amministrazione prima di procedere alla stipulazione del contratto di
lavoro
individuale ai fini
dell’assunzione, procederà alla verifica delle dichiarazioni fornite dai
candidati nel corpo della domanda di
concorso entro un termine non inferiore a trenta giorni, che può essere
incrementato di ulteriori trenta
giorni in casi particolari.

Nel caso in cui dalle verifiche effettuate d’ufficio sulle dichiarazioni
rese
dai candidati emergano
difformità rispetto a quanto dichiarato, i candidati verranno esclusi dalla
graduatoria qualora venga a
mancare uno dei requisiti di accesso. Nel caso di dichiarazioni mendaci, gli
eventuali reati saranno
penalmente perseguiti.

Prima della stipulazione del contratto i candidati, nei termini previsti dal
CCNL, dovranno dichiarare di
non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in
nessuna delle situazioni di
incompatibilità richiamate dall’art. 53 del D. Lgs. n. 165/2001 e potranno
essere invitati a produrre il
certificato di idoneità fisica alle mansioni del profilo. Scaduto
inutilmente il
termine, l’Amministrazione
non darà luogo alla stipulazione del contratto.

Firenze, 12 giugno 2001

IL

DIRIGENTE

Dott.ssa

Luana

Bigi
====================
FAC-SIMILE DI DOMANDA

AL DIRIGENTE DEL SERVIZIO RISORSE UMANE

Il/La sottoscritto/a … nato/a il … a … (Prov. …), residente a …
(Prov.
…), CAP …, via …

C H I E D E

di essere ammesso/a a partecipare al corso-concorso pubblico a n. 50 posti
di
AGENTE DI POLIZIA
MUNICIPALE (cat. C).

A tal fine, conscio/a della responsabilità penale cui può andare incontro in
caso di dichiarazioni mendaci,
dichiara:

a.di essere cittadino/a italiano/a;
b.di godere dei diritti civili;
c.di essere iscritto/a nelle liste elettorali del Comune di ?;
d.di non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo e
di
non essere stato/a
sottoposto/a a misura di prevenzione;
e.di non essere stato/a espulso dalla Forze Armate o dai Corpi
militarmente
organizzati o destituito/a
dai pubblici uffici;
f.di essere in posizione regolare nei confronti dell?obbligo di leva(1);
g.di essere in possesso del Diploma di Maturità ?(2), conseguito presso
la
Scuola ?(3) nell?anno
scolastico ?;
h.di non avere impedimenti personali che limitino il porto e l?uso
dell?arma
in dotazione obbligatoria;
i.di usufruire della riserva ?(4);
j.di essere in possesso dei seguenti titoli di preferenza a parità di
valutazione: ….(5);
k.di scegliere la lingua ?(6) in cui sostenere la prova.

Il/La sottoscritto/a allega alla presente domanda, l?attestazione originale
comprovante l’avvenuto
pagamento della tassa di concorso.

Il/La sottoscritto/a autorizza l?Amministrazione al trattamento dei dati
personali, ai sensi della Legge
31.12.96, n. 675, finalizzato agli adempimenti per l?espletamento della
procedura selettiva.

Il/La sottoscritto/a chiede che ogni comunicazione relativa al presente
concorso
venga tra smessa al
seguente indirizzo: ..(7).

DATA
FIRMA

1.dichiarazione obbligatoria per i soli candidati di sesso maschile;
2.indicare il tipo di maturità posseduta
3.indicare il nome della Scuola e il comune in cui è ubicata
4.indicare se “Orfani e vedove ai sensi della Legge 68/99” o “ai sensi
della
Legge 958/86” o “ai sensi della
Legge 574/80”; OMETTERE LA DICHIARAZIONE IN CASO NEGATIVO
5.indicare uno dei titoli di preferenza di cui all?art. 5 del D.P.R. 9
maggio
1994, n. 487; OMETTERE LA
DICHIARAZIONE IN CASO NEGATIVO
6.indicare la lingua straniera prescelta tra inglese, francese, tedesco e
spagnolo
7.indicare l’indirizzo completo di CAP e di recapito telefonico

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it