Avvocati, diventa obbligatorio il preventivo scritto
Home » News » Focus

Avvocati, obbligatorio il preventivo scritto

Redazione

Versione PDF del documento

Avvocati preventivo

Da ieri, martedì 29 agosto, è diventato obbligatorio per tutti gli avvocati il preventivo scritto da presentare al cliente. Tutti i professionisti, al momento del conferimento dell’incarico, dovranno indicare i costi dell’operazione divisi per voci di spesa. È quanto previsto dalla Legge sulla concorrenza (Legge 4 agosto 2017, n. 124), che introduce inoltre tutta una serie di novità importanti per gli avvocati, soprattutto in tema di società miste con investitori non professionisti. Vediamo allora cosa cambia.

 

Il preventivo dei costi è sempre obbligatorio

La Legge sulla concorrenza stabilisce dunque che a partire dal 29 agosto tutti gli avvocati sono tenuti a fornire al cliente, a prescindere dalla natura della richiesta, il preventivo dettagliato in forma scritta o digitale. Bisogna mettere nero su bianco, in particolare, la prevedibile misura del costo della prestazione, distinguendo precisamente fra oneri, spese e compenso professionale.

Stop ai preventivi a voce, dunque, e soprattutto basta alle previsioni dei costi solo su esplicita richiesta da parte del cliente. Tali misure “di passaggio”, introdotte dalla Legge n. 247/2012 (la Riforma forense) e dal D.L. n. 1/2012, sono ora abrogate: il preventivo scritto diventa obbligatorio sempre.

 

Volume consigliato:

Guida pratica alla pensione dell’avvocato

Guida pratica alla pensione dell’avvocato

Salvatore Esposito - Rocchina Staiano, 2015, Maggioli Editore

Il testo, aggiornato con il Regolamento attuativo pubblicato in G.U. nell’agosto 2014, espone le argomentazioni riguardanti i contributi da versare alla Cassa Forense e soprattutto gli aspetti previdenziali per l’Avvocato. Si illustrano, con taglio operativo, le questioni più...



 

Le nuove norme per tutti i professionisti

La modifica del D.L. n. 1/2012, è da segnalare, introduce l’obbligo del preventivo scritto non solo per gli avvocati, ma per tutti professionisti. Chi svolge professioni regolamentate (ad esempio architetti, ingegneri e commercialisti) deve ora rendere nota al cliente “la misura del compenso”, che a sua volta deve essere adeguata all’importanza dell’opera. Il documento deve anche indicare chiaramente la complessità dell’incarico e riportare gli estremi della polizza assicurativa.

La Legge sulla concorrenza stabilisce inoltre che tutti i professionisti devono indicare al cliente i titoli posseduti e le eventuali specializzazioni.

Le nuove società miste di avvocati e investitori

Molto importanti anche le novità in tema di società tra avvocati. Con la Legge sulla concorrenza viene introdotta la possibilità di costituire società miste composte anche da soci investitori non professionisti. E si apre non solo alle società di persone, ma anche alle società di capitali e alle cooperative da iscrivere in una sezione speciale dell’albo.

I soci non professionisti, viene specificato, potranno detenere solo fino al 30% del capitale sociale e dei diritti di voto. Tuttavia, i restanti due terzi potranno essere esercitati sia da avvocati iscritti all’albo sia da professionisti attivi in altri settori lavorativi. Modifiche che con ogni probabilità porteranno all’ingrandimento degli studi legali e alla comparsa di maggiori investimenti economici.

Deducibili le spese di formazione e aggiornamento

Dal 14 giugno, infine, sono cambiate le regole anche per quanto riguarda le spese di aggiornamento professionale degli avvocati. La nuova Legge sul lavoro autonomo, infatti, ha introdotto la possibilità per tutti i professionisti di dedurre integralmente le spese per la formazione e l’aggiornamento professionale fino al tetto massimo di 10mila euro, e fino a 5mila per i servizi personalizzati di certificazione delle competenze. Ma non solo: dal 14 giugno sono deducibili anche le spese che avvocati e professionisti sostengono per le assicurazioni contro i mancati pagamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it