Autorizzazione unica ambientale, via libera del Governo alla nuova modalità semplificativa

Autorizzazione unica ambientale, via libera del Governo alla nuova modalità semplificativa

di Redazione

Versione PDF del documento

Lilla Laperuta

Ha ricevuto l’approvazione definitiva del Governo nella seduta del 15 febbraio il regolamento (emanato in attuazione dell’art. 23 D.L. 5/2012) che disciplina l’autorizzazione unica ambientale (AUA), un atto che sintetizza sette distinte autorizzazioni ambientali fino ad oggi da ottenere separatamente.

La finalità dunque è quella di ridurre gli oneri amministrativi a carico delle piccole e medie imprese.

In particolare l’AUA sostituisce:
1) l’autorizzazione sugli scarichi;
2) la comunicazione per l’utilizzo delle acque reflue;
3) l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera;
4) la documentazione previsionale di impatto acustico;
5) l’autorizzazione all’uso dei fanghi di depurazione;
6) la comunicazione sullo smaltimento;
7) il recupero dei rifiuti.

Per richiedere l’AUA occorre presentare una domanda allo Sportello unico attività produttive (SUAP), diventato, ai sensi del D.P.R. 7 settembre 2010, n. 160, ”l’unico punto di accesso per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti la sua attività produttiva, e che fornisce una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le pubbliche amministrazioni, comunque coinvolte nel procedimento”.

Nella domanda presentata devono essere indicati gli atti di comunicazione, notifica e autorizzazione per i quali si chiede il rilascio dell’autorizzazione unica ambientale, nonché le informazioni richieste dalle specifiche normative di settore.

Se l’autorizzazione unica ambientale sostituisce i titoli abilitativi per i quali la conclusione del procedimento è fissata in un termine inferiore o pari a novanta giorni, l’autorità competente adotta il provvedimento nel termine di 90 giorni dalla presentazione della domanda e lo trasmette immediatamente al SUAP che rilascia il titolo ambientale.

Se invece l’AUA sostituisce i titoli abilitativi per i quali almeno uno dei termini di conclusione del procedimento è superiore a 90 giorni, il SUAP, indice, entro 30 giorni dalla ricezione della domanda, la conferenza di servizi In tale caso, l’autorità competente adotta l’autorizzazione unica ambientale entro 120 giorni dal ricevimento della domanda o, in caso di richiesta di integrazione della documentazione, entro il termine di 150 giorni dal ricevimento della domanda medesima.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!