Avv. Maria Laura Pesando
Avv. Maria Laura Pesando
Avvocato iscritto all’albo professionale presso l’Ordine degli Avvocati di Torino a far data dal 2 novembre 2020.
Dal maggio del 2016, Consigliere comunale presso il Comune di Mompantero (TO), con incarico rivolto alle politiche sociali e alle attività culturali.
Laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Torino in data 13 dicembre 2017 con tesi di Diritto Costituzionale dal titolo “Il contributo del pensiero liberale nella storia costituzionale italiana” (Relatore: Prof. Francesco Pallante), con votazione 110/110 e lode.
Si occupa prevalentemente di Diritto civile, Diritto del lavoro e Diritto penale.
Articoli dell’autore

Corte costituzionale dichiara l’incostituzionalità dell’art. 702 ter co. 2 c.p.c.

La Corte Costituzionale con la sentenza del 04.11.2020, n. 253, depositata in data 26.11.2020, ha dichiarato l’incostituzionalità dell’art. 702 ter co. 2, ultimo periodo, c.p.c. nella parte in cui non…

Il concetto di “abuso di autorità” nel reato di violenza sessuale

La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza emessa dalle Sezioni Unite in data 16.07.2020, n. 27326, depositata in data 01.10.2020, ha posto fine al precedente contrasto giurisprudenziale relativo…

L’omessa comunicazione all’altro genitore dell’avvenuto concepimento di un figlio è fonte di responsabilità civile ai sensi dell’art. 2043 c.c., qualora sia provata la lesione del diritto di affermare la propria identità genitoriale.

Con la sentenza emessa dalla Terza Sezione della Corte di Cassazione in data 16.05.2019, depositata in data 05.05.2020, n. 8459 è stato affermato il principio secondo cui l’omessa comunicazione dell’a…

Corte di Cassazione afferma il divieto di retroattività dell’art. 4 bis co. 1 quater Ord. Pen in riferimento al reato di violenza sessuale

Con la sentenza emessa dalla Sezione I Penale della Corte di Cassazione del 20.03.2020, n. 12845, depositata in data 23.03.2020, in applicazione del principio di diritto enunciato dalla Corte Costituz…

È incoercibile, anche nella forma indiretta di cui all’art. 614 bis c.p.c., il diritto-dovere di visita del figlio da parte del genitore non collocatario, non essendo sussumibile negli obblighi la cui violazione integra una “grave inadempienza”

Con l’ordinanza del 05.12.2020, n. 6471, depositata in data 06.03.2020, la Sezione Prima Civile della Corte di Cassazione, ponendosi nell’ambito di un solco giurisprudenziale consolidato, ha riafferma…

Pagina 1 di 2