Sponsorizzazione e partenariato per lavori pubblici e interventi sui beni culturali

Redazione 01/03/19
Scarica PDF Stampa
Marco Agliata

La sponsorizzazione (articolo 19) e le forme speciali di partenariato (articolo 151) sono due aspetti di grande interesse nella realizzazione di opere pubbliche e di interventi sui beni culturali il cui utilizzo potrebbe consentire di costruire delle nuove, importanti, opportunità di attuazione di interventi, finanziati con risorse private e che potrebbero contribuire all’affermazione di questa nuova modalità di rapporto pubblico/privato nella gestione degli investimenti.

Come emerge con chiarezza, si tratta di un passaggio metodologico e culturale di grande apertura, nell’ambito degli investimenti di natura pubblica, in grado di generare delle nuove filiere economiche che andrebbero a rivitalizzare un settore, quello dell’edilizia, che ha subito in questi anni una contrazione produttiva e occupazionale tra le più gravi.

La sponsorizzazione e il partenariato per la realizzazione di lavori pubblici e interventi sui beni culturaliI CONTRATTI DI SPONSORIZZAZIONE (ART. 19 DEL D.LGS. 50/2016)

L’articolo 19 disciplina i contratti di sponsorizzazione di lavori, servizi e forniture che, per importi superiori ai 40.000 euro, possono essere affidati mediante finanziamenti privati attraverso una procedura che prevede la “… previa pubblicazione sul sito internet della stazione appaltante, per almeno 30 gg, di apposito avviso, con il quale si rende nota la ricerca di sponsor per specifici interventi, ovvero si comunica l’avvenuto ricevimento di una proposta di sponsorizzazione, indicando sinteticamente il contenuto del contratto proposto”.

Trascorso il periodo di pubblicazione dell’avviso, il contratto può essere liberamente negoziato, purché nel rispetto dei principi di imparzialità e di parità di trattamento fra gli operatori che abbiano manifestato interesse, fermo restando il rispetto dell’articolo 80 del d.lgs. 50/2016 (motivi di esclusione).

Qualora lo sponsor intenda realizzare il progetto e i lavori a sua cura e spese (art. 19, comma 2, d.lgs. 50/2016) non trovano applicazione le norme regionali o nazionali in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture ma è comunque necessario verificare il possesso dei requisiti dei progettisti e degli esecutori. In questo caso la stazione appaltante provvede ad impartire delle eventuali prescrizioni relative alla progettazione, esecuzione dei lavori, forniture e collaudo delle opere.

(… OMISSIS …)

SPONSORIZZAZIONE PER I BENI CULTURALI (ART. 151 DEL D.LGS. 50/2016)

La stessa procedura definita dall’articolo 19 del d.lgs. 50/2016, appena descritta, si applica anche ai contratti di sponsorizzazione relativi a lavori servizi e forniture nel settore dei beni culturali e ai contratti finalizzati al sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura (di cui all’articolo 101 del d.lgs. 42/2004).
L’amministrazione preposta alla tutela dei beni culturali impartisce prescrizioni su progettazione e esecuzione delle opere e/o forniture, direzione dei lavori e collaudo.

INTERVENTI ATTUABILI CON LA SPONSORIZZAZIONE

Sulla base di quanto esposto è possibile effettuare una prima sintetica individuazione degli interventi attuabili con i contratti di sponsorizzazione:
a) sui beni ordinari (art. 19 del d.lgs. 50/2016)
– recupero urbano;
– sviluppo di aree;
– rifunzionalizzazione fabbricati dismessi;
– arredo urbano;
– recupero aree verdi;
– attività di manutenzione;
– gestione di beni e attività;
b) sui beni culturali (art. 151 del d.lgs. 50/2016)
– restauri beni storici;
– allestimenti, eventi afferenti all’ambito dei beni culturali;
– restauro beni mobili tutelati;
– sostegno istituti e luoghi della cultura;
– manutenzione e attività di conservazione dei beni culturali;
– gestione luoghi storici e musei.

(… OMISSIS …)

FILIERA OPERATIVA DELLA SPONSORIZZAZIONE

In termini di attività da eseguire, la stazione appaltante:
– decide di eseguire un’opera, servizio o fornitura;
– pubblica un avviso in cui fornisce informazione del contratto proposto o della proposta di sponsorizzazione già pervenuta;
– seleziona lo sponsor secondo le procedure già indicate;
– fornisce le necessarie prescrizioni congiuntamente all’ente proposto alla tutela del bene culturale oggetto del contratto;
– seleziona gli esecutori con procedure di evidenza pubblica oppure, se lo sponsor intende eseguire il contratto direttamente, fornisce le prescrizioni per la progettazione, esecuzione, direzione e collaudo dei lavori.

(continua a leggere…)

Volume consigliato

La responsabilità amministrativa degli enti

Il modello di organizzazione e gestione (o “modello ex D.Lgs. n. 231/2001”) adottato da persona giuridica, società od associazione privi di personalità giuridica, è volto a prevenire la responsabilità degli enti per gli illeciti amministrativi dipendenti da reato.Le imprese, gli enti e tutti i soggetti interessati possono tutelarsi, in via preventiva e strutturata, rispetto a tali responsabilità ed alle conseguenti pesanti sanzioni, non potendo essere ritenuti responsabili qualora, prima della commissione di un reato da parte di un soggetto ad essi funzionalmente collegato, abbiano adottato ed efficacemente attuato Modelli di organizzazione e gestione idonei ad evitarlo.Questo volume offre, attraverso appositi strumenti operativi, una panoramica completa ed un profilo dettagliato con casi pratici, aggiornato con la più recente giurisprudenza. La necessità di implementare un Modello Organizzativo ex D.Lgs. n. 231/2001, per gli effetti positivi che discendono dalla sua concreta adozione, potrebbe trasformarsi in una reale opportunità per costruire un efficace sistema di corporate governance, improntato alla cultura della legalità.Damiano Marinelli, avvocato cassazionista, arbitro e docente universitario. È Presidente dell’Associazione Legali Italiani (www.associazionelegaliitaliani.it) e consigliere nazionale dell’Unione Nazionale Consumatori. Specializzato in diritto civile e commerciale, è autore di numerose pubblicazioni, nonché relatore in convegni e seminari.Piercarlo Felice, laurea in giurisprudenza. Iscritto all’albo degli avvocati, consulente specializzato in Compliance Antiriciclaggio, D.Lgs. n. 231/2001, Trasparenza e Privacy, svolge attività di relatore e docente in convegni, seminari e corsi dedicati ai professionisti ed al sistema bancario, finanziario ed assicurativo, oltre ad aver svolto docenze per la Scuola Superiore dell’Economia e delle Finanze (Scuola di Formazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze) sul tema “Antiusura ed Antiriciclaggio”. Presta tutela ed assistenza legale connessa a violazioni della normativa Antiriciclaggio e normativa ex D.Lgs. n. 231/2001. È tra i Fondatori, nonché Consigliere, dell’Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio (AIRA). Collabora con l’Università di Pisa come docente per il master post laurea in “Auditing e Controllo Interno”. Ha ricoperto l’incarico di Presidente dell’Organismo di Vigilanza ex D.Lgs. n. 231/2001 presso la Banca dei Due Mari di Calabria Credito Cooperativo in A.S.Vincenzo Apa, laureato in economia e commercio e, successivamente, in economia aziendale nel 2012. Commercialista e Revisore Contabile, dal 1998 ha intrapreso il lavoro in banca, occupandosi prevalentemente di finanziamenti speciali alle imprese, di pianificazione e controllo di gestione, di organizzazione e, nel 2014/2015, ha svolto l’incarico di Membro dell’Organismo di Vigilanza 231 presso la BCC dei Due Mari. È attualmente dipendente presso la BCC Mediocrati. Ha svolto diversi incarichi di docenza in corsi di formazione sull’autoimprenditorialità, relatore di seminari e workshop rivolti al mondo delle imprese.Giovanni Caruso, iscritto presso l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Cosenza e nel registro dei tirocinanti dei Revisori Legali dei Conti. Laureato in Scienze dell’Amministrazione, in possesso di un Master in Diritto del Lavoro e Sindacale e diverse attestazioni in ambito Fiscale e Tributario, Privacy e Sicurezza sul Lavoro. Svolge l’attività di consulente aziendale in materia di Organizzazione, Gestione e Controllo, Sicurezza sui luoghi di lavoro, Finanza Aziendale e Privacy. Ha svolto incarichi di relatore in seminari e workshop rivolti a Professionisti ed Imprese.

Damiano Marinelli, Vincenzo Apa, Giovanni Caruso, Piercarlo Felice | 2019 Maggioli Editore

25.00 €  23.75 €

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento