Rinnovazione virtuale di un procedimento

Rinnovazione virtuale di un procedimento

Lazzini Sonia

Versione PDF del documento

L?avvenuta esecuzione del contratto di appalto non rende affatto impossibile la rinnovazione (ancorch? virtuale) del procedimento, che si rende necessario al fine di quantificare il danno subito dalla ditta che ? risultata? illegittimamente esclusa dalla gara:attenzione all? eventuale futuro danno erariale.

Il Consiglio di Stato con la decisione numero 7337 del 22 dicembre 2005, non si trova d?accordo con quanto affermato dal giudice di primo grado, relativamente a

-la rinnovazione della gara per effetto dell’ammissione alla stessa dell’impresa che ne sia stata in precedenza, e per illegittime ragioni, esclusa, con la conseguente nuova aggiudicazione dell’appalto, presuppone infatti la materiale possibilit? di esecuzione dell’atto conclusivo, ovvero l’attuale realizzabilit? dei lavori costituenti la ragione della gara.?-

in quanto

Infatti, il nuovo procedimento non ha lo scopo di giungere ad un nuovo contratto di esecuzione dei lavori pubblici, gi? eseguiti, ma solo quello di definire la posizione del ricorrente in relazione alla domanda di risarcimento del danno/>. Danno che ? stato causato, indubbiamente, dal provvedimento illegittimo annullato dal giudice amministrativo. Lo spessore del pregiudizio che l’amministrazione ha arrecato al ricorrente pu? definirsi, con esattezza, solo in seguito alla rinnovazione in via virtuale del procedimento, a partire dalla fase incisa dal comportamento illegittimo, perch? solo in tal modo pu? accertarsi se ? stato offeso solo l’interesse alla corretta partecipazione alla gara ovvero anche quello ad ottenere l’aggiudicazione dell’appalto. Con conseguente risarcimento, in quest’ultimo caso, anche del mancato guadagno? che l’impresa avrebbe conseguito qualora il procedimento si fosse svolto nel rispetto delle regole giuridiche>

SOLO UN? OSSERVAZIONE GIUNGE SPONTANEA?

Il responsabile del Procedimento, nel caso in cui la procura regionale della Corte dei Conti dovesse ravvisare gli estremi per un eventuale danno erariale, potrebbe essere chiamato a rispondere di due tipi di esborsi da parte dell?amministrazione:?

  1. i costi relativi al secondo procedimento; (responsabilit? amministrativa diretta)

  2. l?eventuale riconoscimento del danno ingiusto eventualmente subito dall?attuale ricorrente a seguito della illegittima esclusione (responsabilit? amministrativa indiretta)

vale la pena ricordare che questa persona potrebbe dormire sonni piu? tranquilli nel caso abbia avuto il ?buon senso? di sottoscrivere, a proprie spese, una polizza a copertura della responsabilit? amministrativa riconosciuta a seguito di sentenza della Corte dei Conti

a cura di Sonia LAZZINI

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it