L’ingiunzione di demolizione deve avere una motivazione adeguata se è trascorso molto tempo dall'abuso

L’ingiunzione di demolizione deve avere una motivazione adeguata se è trascorso molto tempo dall’abuso

di Pagano Iride, Avv.

Qui la sentenza: TAR Campania-Salerno - sez. II - Sentenza n. 2201 del 21-9-2016

Versione PDF del documento

Qualora sia trascorso un rilevante lasso di tempo tra la realizzazione dell’abuso e l’accertamento dello stesso, l’ingiunzione di demolizione deve avere una motivazione adeguata che giustifichi il sacrificio del privato.

 

La sentenza che segue, pur confermando  il principio consolidato secondo il quale, qualora venga constatata la realizzazione di un’opera edilizia senza titolo abilitativo o in totale difformità da esso,  l’ingiunzione di demolizione ha natura di  atto dovuto che non necessita di una analitica motivazione , essendo  sufficientemente motivata con l’affermazione dell’accertata abusività dell’opera, aderisce all’orientamento giurisprudenziale secondo il quale, nella ipotesi  in cui  sia trascorso  un rilevante lasso di tempo tra la realizzazione dell’abuso e l’emanazione della sanzione, deve pretendersi, ai fini della legittimità della sanzione stessa, un onere di più approfondita motivazione, che indichi, avuto riguardo anche all’entità e alla tipologia dell’abuso, il pubblico interesse,  diverso da quello al mero ripristino della legalità, idoneo a giustificare il sacrificio del contrapposto interesse privato .

Nel caso di specie, l’opera contestata dal Comune consisteva nella variazione di destinazione d’uso di un seminterrato da pertinenza ad abitazione . L’ immobile era stato sempre accatastato come appartamento, come confermato in giudizio dalla stessa Amministrazione Comunale resistente, ed era stato qualificato come abitazione nei successivi atti pubblici di acquisto.

Il Giudice amministrativo adìto ha ritenuto tali circostanze idonee a suffragare la rilevanza di un legittimo affidamento, in capo alla ricorrente, circa la legittimità del manufatto.

 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pagano Iride

Pagano Iride

Svolge la professione in Nocera Inferiore (SA) Ha ottenuto una borsa di studio presso la L.U.I.S.S.-Roma in Diritto degli Enti Locali Ha maturato esperienza professionale di difesa e rappresentanza in giudizio, anche innanzi alle Giurisdizioni Superiori, a favore sia di privati che di Amministrazioni Pubbliche Locali. Si occupa prevalentemente di diritto amministrativo, con particolare riferimento all'urbanistica, all'edilizia, al risarcimento danni nei confronti della P.A., alle procedure a evidenza pubblica,  al giudizio di esecuzione del giudicato; di diritto civile nei rapporti paritetici con la P.A..


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it