L'arbitrato nel nuovo codice dei contratti pubblici.

L’arbitrato nel nuovo codice dei contratti pubblici.

segnalazione libro

Versione PDF del documento

Presentazione
Nel nostro ordinamento l’arbitrato nei confronti della pubblica amministrazione è tradizionalmente caratterizzato da una serie di importanti differenziazioni rispetto alla disciplina del codice di procedura civile; particolarmente importante è, a questo proposito,
l’elaborazione normativa e giurisprudenziale relativa alla materia degli appalti di lavori pubblici che ha dato vita ad un vero e proprio "sottosettore" normativo.
Il nuovo Codice dei contratti pubblici (d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163) ha riorganizzato anche la materia dell’arbitrato, dando vita, per la prima volta, ad una disciplina uniforme applicabile a tutte le diverse tipologie (appalti di lavori, forniture, servizi, ecc.) della contrattualistica pubblica, finora oggetto di una disciplina differenziata.

L’opera tratta organicamente tutte le problematiche del giudizio arbitrale nei confronti della p.a. e i tanti nodi problematici che derivano dalle scelte normative rispecchiate dal Codice dei contratti pubblici e dal rapporto con la recente riforma dell’istituto dell’arbitrato (d.lgs. 2 febbraio 2006, n. 40).
Non mancano ampi riferimenti alle problematiche originate dalla normativa previgente (d.p.r. 1063 del 1962, L. Merloni, ecc.) che
possono comunque mantenere un certo interesse, anche dopo l’ultima riorganizzazione della materia e una completa Appendice normativa,
costituita dalle fonti normative indispensabili per la conoscenza della materia e da una raccolta dei comunicati della Camera arbitrale per i
lavori pubblici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it