Il Tribunale di Milano si pronuncia sulla legittimità della CMS

Il Tribunale di Milano si pronuncia sulla legittimità della CMS

Silvana Mascellaro

Qui la sentenza: Tribunale di Milano - sez. VI civile - sentenza n. 11710 del 25-10-2016

Versione PDF del documento

Favorevole al ceto bancario: il Tribunale di MILANO, VI SEZ.CIV. si pronuncia sulla legittimità della CMS.

 

 

La Banca, difesa congiuntamente dall’Avv. FRANCESCA CLEMENTE e dal consulente tecnico della Banca, D.ssa SILVANA MASCELLARO di SMF&P (STUDIO MASCELLARO-FANELLI & PARTNERS), ha ottenuto un importante riconoscimento per l’intero ceto bancario.

 

In data 25.10.2016, il Tribunale di Milano ha pubblicato la sentenza n. 2920/2011, con cui il Magistrato meneghino ha fatto chiarezza in merito alla presunta nullità di causa della CMS.

 

È stato infatti precisato in sentenza che È infondata, altresì, la contestazione degli addebiti per CMS per mancanza di causa in quanto, anche prima della riforma attuata col D.L n. 185/2008 e legge di conversione n. 2/2009, la previsione della CMS trovava giustificazione nella funzione remunerativa dell’obbligo della banca di tenere a disposizione del correntista una determinata somma per un determinato periodo di tempo, indipendentemente dal suo utilizzo” .

 

È in assoluta coerenza con l’intero impianto normativo dettato in materia dai DD.LL. n. 185/2008 3 78/2009 intendere la funzione ontologica della CMS connessa alla remunerazione per la Banca dell’obbligo assunto di tenere sempre a disposizione del cliente una certa somma di denaro, per un certo periodo di tempo, indipendentemente dal suo utilizzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it