Fattispecie di danno erariale richiesto (e concesso) da un procuratore Regionale della Corte dei Conti, in favore di un Comune, corrispondente alla somma erogata a titolo di indennizzo per l'infortunio sul lavoro subito da un operaio di un cantiere ges

Fattispecie di danno erariale richiesto (e concesso) da un procuratore Regionale della Corte dei Conti, in favore di un Comune, corrispondente alla somma erogata a titolo di indennizzo per l’infortunio sul lavoro subito da un operaio di un cantiere ges

Lazzini Sonia

Versione PDF del documento

Riconosciuto la colpa grave del Comune (per l’inosservanza della normativa di prevenzione degli infortuni sul lavoro e la mancata verifica sulla predisposizione nel cantiere dei presidi di sicurezza), ? fonte di responsabilit? amministrativa nei confronti dei tecnici (per il mancato rilievo della violazione delle norme antinfortunistiche e l?omessa richiesta di intervento degli organi competenti) il diritto di regresso dell’I.N.A.I.L. nei confronti di un ente locale, considerato responsabile civile dell’infortunio occorso in un cantiere

?

?

Nella fattispecie esaminata dalla Corte dei Conti, Sezione Giurisdizionale per la Regione siciliana, sentenza numero 413 ?del 7 marzo 2005 , si tratta di un cantiere scuola, istituito ai sensi della legge regionale ?siciliana n.17/1968, ove ?l’unico soggetto al quale fanno capo funzioni e responsabilit? tipiche di entrambe le figure professionali ? il direttore del cantiere, coadiuvato dall’istruttore, entrambi scelti dall’ente gestore fra i lavoratori avviati.

?

Conseguentemente, non ? necessario prevedere la nomina di un direttore dei lavori (che nei rapporti di appalto di opere pubbliche rappresenta la stazione appaltante e costituisce un limite alla autonomia gestionale dell’appaltatore, esercitando il controllo sulla? corretta e puntuale esecuzione dei lavori concessi in appalto) e di un direttore del cantiere (che -in contraddittorio con la direzione lavori- ha la responsabilit? della conduzione del cantiere, organizzando l’attivit? necessaria per lo svolgimento dei lavori).

?

L?infortunio ? avvenuto nell?aprile 1988 e ovviamente quindi l?emarginata sentenza tiene conto della normativa vigente all?epoca dei fatti.

?

Quello che ci preme sottolineare non ? tanto il caso in per se stesso quanto il fatto che un dipendente pubblico puo? essere sottoposto a giudizio davanti alla Corte dei Conti anche per quanto l?Ente di appartenenza deve restituire all?Inail in caso di comprovata colpa grave del datore di lavoro.

?

A questo punto sorge spontanea un?osservazione.

?

Evidentemente il Comune non aveva stipulato un?adeguata polizza di Responsabilit? civile Terzi che comprendesse anche la cd RCO (Responsabilit? Civile Operai) che opera proprio a copertura dell?eventuale rivalsa esercitata dall?Inail? nonch? dell?eventale richiesta di maggiori danni esercitata dal lavoratore infortunato

?

Giusto a titolo di semplificazione, un eventuale oggetto dell?assicurazione potrebbe essere il seguente:

?

< Oggetto della garanzia della Responsabilit? Civile verso prestatori di lavoro (R.C.O.):

?

?

La Societ? si obbliga a tenere indenne l’Assicurato Contraente, purch? in regola al momento del fatto che ha originato il sinistro, con gli obblighi dell?assicurazione di legge, di quanto questi sia tenuto a pagare, a titolo di risarcimento (capitali, interessi e spese) quale civilmente responsabile:

?

A.??????? ai sensi degli artt. 10 e 11 del D.P.R. 30 giugno 1965 n. 1124 e successive modifiche, nonch? del D.Lgs 23/02/2000 n. 38 per gli infortuni sofferti da prestatori di lavoro da lui dipendenti o dai lavoratori parasubordinati cos? come definiti dall?art. 5 del D.Lgs n. 38/2000;

?

B.??????? ai sensi del Codice Civile a titolo di risarcimento di danni non rientranti nella disciplina del D.P.R. 30 giugno 1965 n. 1124 e del D.Lgs 23 Febbraio 2000 n. 38, cagionati ai prestatori di lavoro di cui al precedente punto A) nonch? ai lavoratori parasubordinati cos? come definiti dall?art. 5 del D.Lgs n. 38/2000 per morte e per lesioni personali dalle quali sia derivata un’invalidit? permanente non inferiore al ???% sulla base delle tabelle allegate al D.Lgs 23 febbraio 2000 n. 38 debitamente approvate.

?

La garanzia R.C.O. vale anche per le azioni di rivalsa esperite dall’INPS ai sensi dell’art. 14 della Legge 12 giugno 1984 n. 222

?

La garanzia R.C.O. opera purch? l?Assicurato Contraente disponga delle autorizzazioni previste dall?ordinamento giuridico e dai regolamenti vigenti per l?esercizio dell?attivit? oggetto della presente assicurazione.>

?

?

A cura di Sonia LAZZINI

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it