Corte dei conti- sezione di controllo per il Veneto- del. N. 8/2005- modifica programma di controllo sulla gestione per l’anno 2005- esempio ai fini del concorso in magistratura contabile-

Corte dei conti- sezione di controllo per il Veneto- del. N. 8/2005- modifica programma di controllo sulla gestione per l’anno 2005- esempio ai fini del concorso in magistratura contabile-

Francaviglia Rosa

Versione PDF del documento

La allegata deliberazione costituisce un esempio pratico ai fini del concorso in magistratura contabile di modifica di programma di controllo sulla gestione – a scioglimento precedente riserva.
 
CORTE DEI CONTI
SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL VENETO
MODIFICA PROGRAMMA DI CONTROLLO SULLA GESTIONE ANNO 2005
L’ anno 2005, il giorno 20 del mese di giugno in Venezia, presso la Sede della Sezione regionale di controllo della Corte dei conti del Veneto, alle ore 10.00, si è riunita la Sezione nelle persone di:
Bruno PROTA                    Presidente
Vittorio GIUSEPPONE Consigliere
Aldo CARLESCHI                Consigliere
Elena BRANDOLINI             Referendario
E’ presente, quale segretario, il Direttore Amministrativo Dott.ssa Elena PAPIANO;
Al termine dell’adunanza di pari data nella quale sono state adottate le deliberazioni n. 5, 6 e 7/2005/leg la Sezione, a scioglimento della riserva di cui al verbale 3/G/2005 in data 10 giugno 2005 e tenuto conto di quanto evidenziato nel verbale n.4/G/2005 in data odierna, decide di procedere come segue alla rideterminazione del programma 2005.
A – REGIONE
Relazione annuale ex art. 3 della legge 20/1994 così articolata:
1)       Referto sulla gestione della Regione Veneto, per la verifica dell’attuazione delle leggi regionali di principio e di programma, con particolare riferimento alla gestione finanziaria (entrate e spese) e al rispetto delle norme sul patto di stabilità interno, della salvaguardia degli equilibri di bilancio e del rispetto del divieto di indebitamento nell’esercizio 2004.
2)       SANITA’ REGIONALE, esercizio 2004, con particolare approfondi-mento in materia di assistenza ospedaliera, (liv. 3 dei LEA) e disamina delle criticità emerse in sede di esame degli esercizi precedenti (2001 – 2003).
B – INDAGINI COORDINATE
1) CONCLUSIONE dell’indagine coordinata in materia di EDILIZIA
RESIDENZIALE PUBBLICA deliberata per l’anno 2004 (cfr delibera n. 1/2004/G del 16 gennaio 2004).
C – ENTI LOCALI
1) CONCLUSIONE della indagine sulla gestione finanziaria e sul funzio-namento dei controlli interni nei Comuni di MIRANO, SPINEA e PORTOGRUARO per l’esercizio 2003 disposta con deliberazione n. 4/2003/G dell’11 dicembre 2003.
2) INDAGINE sulla sana gestione finanziaria, sul rispetto dei parametri
indicati dalle norme sul patto di stabilità interno, della salvaguardia degli equilibri di bilancio, del rispetto del divieto di indebitamento per le spese correnti e sul funzionamento dei controlli interni nei seguenti Comuni della Provincia di Verona, prescelti con un criterio oggettivo fondato su base demografica, mediante sorteggio nell’ambito di quelli appartenenti alla 6^ classe dei Comuni :
– SOMMACAMPAGNA
– CEREA
– VALEGGIO SUL MINCIO.
3) INDAGINE sull’osservanza da parte degli enti locali dell’obbligo di inviare alla Sezione il referto delle strutture operative preposte al controllo di gestione (art. 1, comma 4 e 5 del D.L. 12 luglio 2004, n. 168 convertito in legge 30 luglio 2004, n. 191), per le finalità e con le modalità e procedure stabilite dalla Sezione con il verbale n. 2/G/2004 del 25 novembre 2004.
4) INDAGINE sull’osservanza da parte della Regione province e comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti dell’obbligo di adottare e comunicare alla Sezione le direttive rivolte alle società di capitali a totale partecipazione pubblica ai sensi del combinato disposto dell’art. 1, commi 9 e 11 del D.L. 12 luglio 2004, n. 168 convertito in legge 30 luglio 2004, n. 191, per le finalità e con le modalità e procedure stabilite dalla Sezione con il verbale n. 2/G/2004 del 25 novembre 2004.
Di seguire, inoltre, le sottoindicate regole procedimentali di controllo:
– adozione del metodo del confronto, in sede istruttoria, e del contaddittorio, sino alle fasi che precedono le deliberazioni collegiali, con le Amministrazioni interessate;
– definizione dei tempi per la conclusione, anche con rapporti interinali, e per la deliberazione, come segue:
5 novembre 2005, termine per la conclusione delle indagini riguardanti la Regione (lett. A punti 1 e 2 ).
20 novembre 2005, termine per la relativa deliberazione collegiale.
30 ottobre 2005, termine per la conclusione dell’indagine di cui alla lett. C, punto 1 (Comuni di Mirano e Portogruaro).
31 dicembre 2005, termine per la conclusione delle indagini di cui alla lett. C, punti 3 e 4).
31 dicembre 2005, termine per l’indagine di cui alla lettera C punto 2.
Per quanto attiene l’ INDAGINI COORDINATE (lett. B, punto 1 ) il termine per la conclusione delle indagini viene fissato al 30 novembre 2005, salvo diverse direttive provenienti dall’Ufficio centrale di coordinamento.
Si confermano gli aspetti operativi di cui alla citata deliberazione 5/2004/G.
La Sezione chiude la seduta alle ore 13.00
Letto, confermato e sottoscritto.
 IL SEGRETARIO                                            IL PRESIDENTE
Dott. Elena Papiano                                        Dott. Bruno Prota
 
Depositato in Segreteria il 27 giugno 2005

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it