Concorsi Pubblici: Scadenze, domande, requisiti, esami dei bandi 2016

Concorsi Pubblici: Scadenze, domande, requisiti, esami dei bandi 2016

Redazione

Versione PDF del documento

Per quanto riguarda i concorsi pubblici più rilevanti del 2016, ci sono novità per le seguenti nuove assunzioni: Commissioni Tributarie, Avvocatura dello Stato e Ministero della Giustizia.

Di seguito, un aggiornamento sui concorsi pubblici banditi per i laureati in Giurisprudenza e/o Economia:

Concorso (per titoli) per giudice tributario presso le Commissioni Tributarie Regionali (84 posti) e Provinciali (118 posti)

Scadenza

Il bando scade in data 30 ottobre 2016.

Requisiti

Per partecipare i candidati devono essere in possesso di laurea magistrale o quadriennale in materie giuridiche oppure economico-aziendalistiche.

Modalità di partecipazione

Chiunque sia interessato a presentare la domanda al concorso dovrà farlo compilando l’apposito modulo pubblicato sul sito del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria all’interno della sezione “Concorsi”, entro e non oltre il 12 settembre 2016.

La graduatoria generale dei vincitori del concorso e dei soggetti considerati idonei verrà costituita a partire dalla somma totale dei punteggi assegnati ad ogni candidato. A parità di punteggio rappresenterà titolo di preferenza, in ordine discendente:

a)      dottorato di ricerca in materia tributaria presso Enti ed Università;

b)      master di 2° e 1° livello in diritto tributario;

Concorso per esame teorico-pratico a 10 posti di Procuratore dello Stato

Scadenza

Il bando scade in data 29 settembre 2016.

Requisiti

Per poter partecipare al concorso, il candidato non dovrà avere un età superiore ai 35 anni e dovrà possedere una laurea magistrale o laurea specialistica in giurisprudenza.

Modalità di partecipazione

La domanda per l’ammissione può essere inviata unicamente online sul sitowww.avvocaturastato.it, presso la sezione “Concorsi”.

Modalità d’esame

Per accedere alla qualifica di procuratore dello Stato, è previsto un esame che si compone di 3 prove scritte e una prova orale. Per quanto riguarda le prove scritte, da svolgere entro 8 ore dalla dettatura, saranno incentrate su:

a)      tema teorico-pratico di diritto processuale civile e/o privato;

b)      tema teorico-pratico di procedura penale e/o diritto penale;

c)       tema teorico-pratico di diritto amministrativo e/o processuale.

La prova orale, invece, verterà su materie quali diritto tributario, diritto costituzionale, diritto del lavoro, diritto internazionale privato, comunitario e nozioni di informatica giuridica, oltre che sulle materie già segnalate per le prove scritte.

Concorso per 1.000 cancellieri

Il concorso per l’assunzione di 1.000 cancellieri presso le cancellerie giudiziarie è stato previsto dal testo coordinato del D.L. n. 117/16 recante disposizioni sul rinvio in tema di processo amministrativo telematico, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 196 del 23 agosto scorso.

Alcune assunzioni hanno seguito le procedure di mobilità già avviate, riguardanti rispettivamente 366 unità.

Le nuove assunzioni (la posizione offerta è quella di personale amministrativo non dirigenziale a tempo indeterminato) invece sono state giudicate di improrogabile necessità dal MEF poiché, per via dell’introduzione del processo telematico, l’organico delle cancellerie deve subire un ingente potenziamento.

Modalità di partecipazione

Per quanto riguarda le tempistiche del reclutamento, questo avverrà nel triennio 2016-2018 sia mediante lo scorrimento di graduatorie di altre Pubbliche Amministrazioni, sia attraverso concorsi pubblici regolamentati con decreto del ministero della Giustizia congiuntamente a quello della Funzione pubblica.

Per maggiori informazioni, consulta “Bandi pubblici: previsto concorso per 1000 assunzioni a tempo indeterminato nei tribunali.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it