Cessione del quinto come si calcola, tabella e formula con esempi pratici

di Redazione

Sei interessato a sapere come si calcola la cessione del quinto e come funziona? Innanzitutto, come saprai si tratta di un finanziamento personale con il quale le banche, si affidano alla tua busta paga per approvare la domanda di prestito e addebitare le rate per saldare il debito.

Nella guida di oggi sarà possibile capire facilmente come si calcola la cessione del quinto dello stipendio e qual è la semplice formula necessaria per calcolare la rata massima cedibile rispetto alla propria busta paga. Inoltre aggiungeremo degli esempi reali molto semplici e veloci da capire.

Cos’è e quali sono le caratteristiche della cessione del quinto dello stipendio

Prima di mostrarti la formula che ti occorrerà per stimare il prestito che puoi ricevere tramite la soluzione della cessione del quinto, vorremmo accennarti cos’è e come funziona. Come ti abbiamo già accennato, è un finanziamento personale, le cui rate del debitore da saldare ti verranno sottratte dalla busta paga o dal cedolino pensionistico.

Una volta effettuata la domanda ad uno degli enti finanziari, quest’ultimi provvederanno a notificare al tuo datore di lavoro, la tua volontà. Capirai quindi, che questa soluzione è la più sicura (soprattutto per le istituzioni finanziarie), che potranno accettare la tua domanda di sussidio senza alcun problema (previo lavoro da dipendente stabilite o avendo il cedolino della tua pensione).

La durata massima del contratto inerente alla cessione dev’essere massimo 120 mesi, nonché 10 anni. Per quinto dello stipendio, si intende la cifra massima che potrai restituire in merito al capitale che hai ottenuto in prestito e tenendo in considerazione gli interessi.

Calcolo ed esempi della cessione del quinto: tutta la procedura

Per mostrarti il calcolo della cessione del quinto, che faremo su degli esempi pratici, individueremo tutte le voci che ti occorrono, da suddividere in elementi fissi e variabili. Per il primo caso, eccoli in sequenza:

  • Salario minimo stabilito dal CCNL (in riferimento al livello attuale e al settore di competenza).
  • Elementi fissi presenti nel contratto collettivo.
  • Indennità di contingenza.
  • Scatti d’anzianità.
  • Superminimo.

Quanto agli elementi variabili non possiamo fare a meno di citare:

  • Malattia.
  • Eventuali infortuni.
  • Paga aggiuntiva per straordinari.
  • Premi e benefit aggiuntivi al contratto.
  • Festività e ferie non godute e godute.
  • Permessi retribuiti.
  • Indennità per turni, mensa, trasferte, reperibilità e altre voci simili.
  • Trattenute previdenziali e fiscali.

Una volta appreso quanto scritto, ecco il riassunto della formula matematica che ti servirà per ricavare il denaro massimo da poter cedere per saldare il debito.

Calcolo cessione del quinto Formula matematica
Calcola lo stipendio o la pensione netta (non considerare le voci variabili) 1.500€ (pensione o stipendio netto)
La somma netta va moltiplicata per le mensilità ottenute (13 o 14) 1.500€ x 13 = 19.500€
Dividi il risultato per 12 (ovvero i mesi) 19.500€ : 12 = 1.625€
Dividi per 5 (che equivale al quinto cedibile) 1.625€ : 5 = 325€

Interessi e assicurazione della cessione del quinto

Dopo aver visto qual è il calcolo da effettuare per ottenere la cessione del quinto (dello stipendio o pensione che sia), dovrai attenzionare altri due dati estremamente importanti: i tassi di interesse e l’eventuale assicurazione da pagare a parte, per decesso precoce, infortunio o licenziamento.

Il tasso di più di interesse più importante da osservare è il TAEG, il cui acronimo sta per Tasso Annuo Effettivo Globale (se vuoi approfondire puoi farlo con questa guida). Esso racchiude i costi complessivi e necessari per conoscere il totale del finanziamento personale che hai richiesto.

Se l‘offerta non ti venisse fatta dalla banca a cui ti sei rivolto, anticipali e chiedi di più su tali tassi da pagare.

Quanto all’assicurazione, dal momento in cui si tratta di una polizza a sé stante, potrai richiederla anche da ulteriori enti rispetto a quello che ti farà il finanziamento. Questo ti consentirà di analizzare più preventivi e scegliere il più conveniente.

Rimborso e rinnovo per la cessione del quinto: cos’altro devi sapere?

A proposito di formule matematiche, vorremmo concludere questa guida sul calcolo della cessione del quinto, facendoti notare che in caso di estinzione anticipata per rinnovo, ti spetterà un rimborso del premio, polizza, e commissioni di vario genere non godute.

Naturalmente, accertati che fosse possibile in base alle tue condizioni. Il requisito è quello di aver fatto trascorrere almeno 2/5 del piano d’ammortamento d’origine, che corrisponderà al 40% del prestito personale.

Per effettuare il calcolo del rimborso, ti suggeriamo di farti inviare il conteggio estintivo da parte dell’ente finanziario che ha in carico la tua pratica, in modo tale da verificare tutte le commissioni accessorie e altri premi non goduti che ti verranno rimborsati.

Hai compreso grazie ai nostri esempi e calcoli, come individuare la cifra esatta ottenibile tramite cessione del quinto? (Dello stipendio o pensione che sia). Per eventuali dubbi, commenta questa guida e saremo felici di poterti dare un aiuto.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!