La prospettiva di Governo di intervenire per stabilire degli sconti per i lavori in casa
Home » News » Focus

Bonus casa: in arrivo la proroga di tre anni

Redazione

Versione PDF del documento

A quanto pare il pacchetto degli sconti per i lavori in casa tra cui: l’ecobonus, bonus ristrutturazioni e relative diramazioni verrà prorogato di tre anni, fino al 31 dicembre 2021.

Il Governo e la maggioranza stanno lavorando, in questi giorni, per definire la revisione delle detrazioni prevista, come ogni anno, nel disegno di Legge di Bilancio.

Lavori in casa

La volontà è quella di intervenire su due fronti: la proroga per le detrazioni dei lavori in casa e la cessione dei crediti. Su quest’ultimo punto è intervenuta l’Agenzia delle Entrate con una circolare, con la quale ha stabilito delle limitazioni di trasferire il credito più di due volte o di cederlo direttamente a una banca.

L’obiettivo primario è quello di rendere il meccanismo molto più efficace. Tutte le limitazioni che la manovra cercherà di rimuovere, per rendere il meccanismo ancora più efficace.

Da ultimo, è l’ipotesi di “ecoprestito” con cui si mira a creare un sistema mediante il quale gli interventi di ristrutturazione siano tali da non gravare eccessivamente nelle tasche dei cittadini. In conclusione, tale intervento permetterà anche ai miei abbienti di poter accedere ai suddetti sconti. «Puntiamo a introdurre l’ecoprestito – dice ancora Girotto –. È una forma di prestito nella quale un soggetto pubblico, come Cdp, dà ai cittadini a tasso agevolato una parte delle risorse necessarie ad avviare le opere. Servirà per chi vuole fare ristrutturazione o efficientamento senza avere i soldi a disposizione». L’ipotesi dell’ecoprestito non è l’unica soluzione prospettata e difatti vi è anche la possibilità di attivare una garanzia pubblica che consenta di abbattere di parecchio il costo del prestito bancario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it