Accordo Inps-Cassa forense: cumulo pensioni avvocati è operativo

Redazione 19/05/18
Scarica PDF Stampa
Il 15 maggio 2018, l’Inps ha siglato ben dieci convenzioni con Enti previdenziali dei professionisti, aventi ad oggetto il cumulo gratuito dei contributi previdenziali. Tra queste convenzioni, vi è anche quella siglata con la Cassa di previdenza forense, per cui è divenuta ora operativa, per gli avvocati, la possibilità di mettere insieme i contributi versati in più gestioni per ottenere una sola pensione; il tutto gratuitamente, ossia senza costi aggiuntivi a loro carico.

Per saperne di più, leggi anche Cumulo gratuito delle pensioni per gli avvocati

Non solo per avvocati

Ma non sono solo gli avvocati a beneficiarne – si evince dalla nota diramata nel sito istituzionale Inps – bensì anche medici, odontoiatri, architetti, ingegneri, infermieri, farmacisti, veterinari, psicologi, periti industriali, geometri, giornalisti, ragionieri e periti commerciali; in forza delle altrettante convenzioni siglate dall’Inps con le rispettive Casse previdenziali.

Questi accordi, si legge nel medesimo comunicato, consentono di coprire l’80% della platea potenzialmente interessata al cumulo gratuito dei contributi previdenziali ed hanno permesso di procedere con la lavorazione delle prime 500 domande pervenute. E’ stata inoltre completata l’attività di formazione che permette alle Casse di previdenza sottoscrittrici, di utilizzare gli applicativi informatici necessari per la definizione delle singole posizioni pensionistiche.

Volume consigliato 

Redazione