Subentro contrattuale e verifica dei requisiti validità cauzione provvisoria (TAR Sent. N.00394/2012)

Subentro contrattuale e verifica dei requisiti validità cauzione provvisoria (TAR Sent. N.00394/2012)

di Lazzini Sonia

Qui la sentenza: Subentro contrattuale e verifica dei requisiti validità cauzione provvisoria (TAR Sent. N.00394/2012)

Versione PDF del documento

Il subentro avverrà dopo le verifiche di rito:sarà ancora attiva la cauzione provvisoria?

Dopo il recepimento della direttiva ricorsi, il giudice amministrativo può decidere sulle sorti del contratto e stabilire il subentro contrattuale alla seconda classificata

Ovviamente la stazione appaltante dovrà verificare, in capo alla nuova aggiudicataria, il reale possesso dei requisiti di ordine generale e speciale.

Questo è il motivo per cui la cauzione provvisoria, per tutti_e non solo per l’aggiudicatario_dovrebbe avere validità fino alla sottoscrizione del contratto

Risultando caducata l’aggiudicazione definitiva a favore della controinteressata, deve dichiararsi ai sensi dell’art. 122 c.p.a., in considerazione della domanda e tenuto conto della complessiva durata del servizio e delle esigenze pubbliche sottese, l’inefficacia del contratto ove già sottoscritto.

In ragione, inoltre, della posizione di seconda classificata in graduatoria della parte ricorrente, si dispone che l’amministrazione, previo esperimento delle verifiche di rito, proceda all’aggiudicazione nei confronti della parte ricorrente ai fini del successivo affidamento del servizio.

Per quanto concerne, infine, la domanda di risarcimento dei danni per equivalente, va rilevato che essa è stata svolta in via meramente subordinata, con riferimento all’ipotesi di mancata reintegrazione in forma specifica e con riserva di successiva specificazione. Pertanto nella specie, risultando accolto il primo capo di domanda relativo all’annullamento degli atti di gara ed alla aggiudicazione della gara a favore della ricorrente, non sussistono i presupposti per addivenire al successivo esame della domanda subordinata, che, peraltro, non risulta ulteriormente specificata in corso di causa, sebbene le deducenti avessero formulato espressa riserva in proposito.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!