L’indennità sostitutiva del preavviso nel pubblico impiego

L’indennità sostitutiva del preavviso nel pubblico impiego

di Redazione

Versione PDF del documento

La indennità sostitutiva del preavviso deve essere corrisposta interamente al dipendente che sia stato dichiarato inidoneo alle prestazioni lavorative: questo principio si applica anche nel caso in cui la visita medica collegiale sia stata richiesta dal dipendente stesso. Si deve ricordare in premessa che la materia è disciplinata dal CCNL del personale delle Funzioni Locali del 21 maggio 2018 e dall’art .8, comma 1, del d.P.R. n. 171/2011.
Non costituisce ragione ostativa a tale conclusione il fatto che “la decisione del datore di lavoro pubblico è oggettivamente vincolata in quanto non potrebbe in alcun modo giustificarsi il mantenimento in servizio di un lavoratore nonostante una certificazione medica che vieti l’adibizione dello stesso a una qualunque attività lavorativa a causa della sua assoluta e permanente inidoneità psico-fisica”.
Annota conclusivamente l’ARAN che questa conclusione, da considerare come molto netta ed inequivoca, “trova il suo fondamento nell’art. 2110, comma 2 del codice civile che, ai fini della risoluzione del rapporto di lavoro, richiama l’art.2118 dello stesso codice civile in materia di preavviso”.
Volume consigliato
Le responsabilità della pubblica amministrazione

Le responsabilità della pubblica amministrazione

Giuseppe Cassano, Nicola Posteraro (a cura di), 2019, Maggioli Editore

L’opera nasce con l’intento di offrire al lettore (Magistrato, Avvocato, Funzionario pubblico) una guida indispensabile per affrontare un tema cui sono sottese sempre nuove questioni: quello delle ipotesi di responsabilità dell’amministrazione pubblica. Avuto riguardo...



Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!