La scelta del contraente: procedura aperta, ristretta, competitiva con negoziazione e dialogo competitivo

di Laura Facondini, Dott.ssa

Per quanto concerne la procedura di scelta del contraente, il codice prevede alcuni tipi di procedure, tra cui la procedura aperta, la procedura ristretta, la procedura competitiva con negoziazione e il dialogo competitivo.

La procedura aperta (art.60 del Codice dei Contratti pubblici)

La stazione appaltante rende noto, tramite pubblicazione di un bando, l’oggetto, l’importo dei lavori a base di gara e le condizioni del contratto cui intende addivenire. All’esito della procedura che prevede la raccolta e la valutazione delle offerte di tutti i concorrenti ammessi, individua il miglior offerente.

Nella procedura aperta tutti gli operatori economici che hanno i requisiti previsti nel bando possono presentare offerta.

La procedura di scelta del contraente avviene tramite alcune fasi. In primo luogo, viene adottata determinazione a contrarre nella quale vengono definiti gli aspetti importanti della procedura di gara ed approvato il bando. In seguito, viene pubblicato il bando e in tal momento possono essere presentate le offerte da parte degli operatori economici interessati. Allo scadere del termine di presentazione delle domande, il Responsabile Unico di Gara verifica la documentazione amministrativa e sulla base di questo procede all’ammissione o esclusione dei concorrenti. Dopodiché viene nominata una Commissione, la quale procede alla valutazione delle offerte tecniche nel caso di aggiudicazione secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Inoltre, viene stilata una graduatoria e, qualora i costi della manodopera risultassero congrui e non si ravvisasse anomalia dell’offerta, viene proposto un aggiudicatario provvisorio. Infine, vengono verificati i requisiti ed approvata l’aggiudicazione in capo all’operatore economico risultato primo in graduatoria.

La procedura ristretta (art.61 del Codice dei Contratti pubblici)

Nella procedura ristretta, a seguito della pubblicazione del bando, gli operatori economici che hanno i requisiti previsti presentano richiesta di essere invitati e successivamente e previo invito della stazione appaltante possono presentare la loro offerta.

L’importante distinzione tra la procedura aperta e la procedura ristretta consiste in tale netta distinzione di fasi, in quanto nella procedura ristretta si realizza uno sdoppiamento tra la fase di presentazione dei documenti per le verifiche amministrative e dunque l’amissione alla gara e la fase di presentazione delle offerte.

La procedura di scelta del contraente avviene tramite alcune fasi. In primo luogo, viene adottata determinazione a contrarre nella quale vengono definiti gli aspetti importanti della procedura ed approvato il bando e viene pubblicato il bando. In seguito, vengono presentate le domande di partecipazione da parte dei concorrenti e verificate le domande di partecipazione.

In secondo luogo, vengono invitati alla gara tutti i concorrenti in possesso di requisiti o eventualmente selezionati. La gara viene celebrata solo tra i concorrenti invitati. In seguito, individuata la graduatoria, verificata la congruità dell’offerta, effettuata proposta di aggiudicazione e approvata l’aggiudicazione.

La procedura competitiva con negoziazione e il dialogo competitivo (art.62 e 64 del Codice dei Contratti pubblici)

Tali procedure si distinguono per l’elevato grado di flessibilità, che le distingue dalle ulteriori procedure in quanto non sussiste una rigida suddivisione di ruoli tra Committente e concorrente, in quanto in tal caso si parte da un’idea iniziale da parte della stazione appaltante per l’individuazione dei bisogni da soddisfare e si perviene dopo diversi livelli di negoziazione ad un’offerta finale.

Nella procedura competitiva con negoziazione, disciplinato dall’articolo 62 del Codice, vengono invitati i soggetti che ne abbiano fatto richiesta nel termine stabilito e che siano in possesso dei requisiti fissati nel bando.  Conclusa la fase della selezione la stazione appaltante spedisce gli inviti e ricevute le offerte inizia la negoziazione con gli offerenti. Occorre specificare che i requisiti minimi ed i criteri di aggiudicazione non sono soggetti a negoziazione.

Nella procedura di dialogo competitivo di cui all’articolo 64 del Codice, la stazione appaltante motiva in determina sulla necessità del ricorso a tale procedura. In tale procedura, qualsiasi operatore economico può chiedere di partecipare. La stazione appaltante avvia un dialogo con i candidati ammessi a tale procedura, al fine di elaborare una o più soluzioni atte a soddisfare le proprie necessità, sulla base della quale i candidati selezionati sono invitati a presentare offerte.

In tali procedure è fondamentale che venga garantita parità di trattamento tra tutti gli offerenti durante il corso della gara e che non siano fornite informazioni che possano avvantaggiare alcuni offerenti rispetto ad altri.

Consigliamo

Codice dei Contratti Pubblici

Codice dei Contratti Pubblici

Samuel Bardelloni, Dario Capotorto, 2021, Maggioli Editore

Il volume raccoglie le norme cogenti e di “soft law” connesse alla disciplina dell’evidenza pubblica, mediante una sistematica distribuzione di tutti gli atti di regolazione e attuazione fino ad oggi adottati (decreti ministeriali e linee guida dell’ANAC ancora vigenti),...



Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

laura-facondini

Laura Facondini

Laureata con Lode all’Università di Bologna con tesi in diritto processuale civile correlata in diritto processuale dell’Unione Europea, si specializza in Professioni Legali presso la SSPL E.Redenti e si abilitata all’esercizio della professione forense presso la Corte d’Appello di Bologna. Ha svolto collaborazioni scientifiche in Scuole di Formazione dedicate alla preparazione al concorso in magistratura e ha svolto tirocini formativi affiancando il magistrato affidatario nella redazione di sentenze e provvedimenti giurisdizionali. Svolge la propria attività lavorativa nella Pubblica Amministrazione come Istruttore Direttivo Amministrativo. Si occupa prevalentemente di diritto amministrativo, diritto degli enti locali, contratti e appalti pubblici, servizi, privacy, gestione documentale e nuove tecnologie. Per Diritto.it è curatrice dell’area diritto amministrativo.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!