INPS: modalità telematica esclusiva per la presentazione della cassa integrazione in deroga (Circolare 27 aprile 2012, n. 58)

INPS: modalità telematica esclusiva per la presentazione della cassa integrazione in deroga (Circolare 27 aprile 2012, n. 58)

Rinaldi Manuela

Versione PDF del documento

L’Istituto nazionale di previdenza sociale è intervenuta in materia di CIG in deroga, con la circolare n. 58 del 27 aprile 2012 precisando che, con decorrenza 1 aprile 2012, la presentazione della citata cassa integrazione dovrà avvenire esclusivamente in via telematica.

Prima di esaminare quanto precisato dall’INPS con la circolare in commento, pare opportuno premettere brevi nozioni di ordine generale per il tema che ci occupa.

 

 

1. Nozioni generali

 

Anzitutto occorre evidenziare che trattasi di un intervento di integrazione salariale a sostegno di imprese oppure di prestatori di lavoro non destinatari della normativa sulla cassa integrazione guadagni.

Per quanto concerne la domanda, la stessa deve essere presentata dal datore di lavoro entro il termine di venti giorni dalla sospensione dell’attività, corredata dal verbale di accordo sindacale, nonché dall’elenco dei prestatori di lavoro interessati, alla Regione competente, che provvede all’autorizzazione delle richieste di CIG in deroga.

Per quanto riguarda, poi, il pagamento della prestazione al lavoratore, il datore dovrà aver cura di presentare la richiesta su idoneo modello IG/15 deroga in via telematica all’INPS, nella ipotesi in cui l’ente autorizzatore non provvede in maniera diretta.

Per il pagamento diretto al prestatore di lavoro dovrà essere presentato per via telematica il modello IG/str/Aut.

 

 

2. Le “nuove istruzioni” dell’INPS

 

Secondo quanto precisato dall’INPS nella circolare in oggetto, le domande dovranno essere compilate utilizzando l’applicazione DIGIWEB; tale applicazione funziona in modalità non in linea (il programma potrà essere scaricato dal sito dell’ente accedendo ai servizi on line).

Una volta effettuata la compilazione della domanda in ogni parte, il programma citato (DIGIWEB) consente la validazione per il successivo invio.

Il file prodotto, verrà, successivamente salvato nella memoria locale della postazione di lavoro.

In tale fase sarà disponibile la funzione di stampa per quanto concerne il riepilogo dei dati validati da inviare e delle dichiarazioni di immediata disponibilità dei prestatori di lavoro.

Per inviare la domanda salvata occorre effettuare l’accesso sul sito inps nel portale servizi per le aziende e consulenti seguendo le istruzioni nel link “invio domande CIGS e CIG in deroga”.

Completata l’acquisizione e dopo aver confermato l’invio della domanda viene, poi, generato un protocollo attestante la presentazione della stessa domanda.

 

 

Manuela Rinaldi   
Avvocato foro Avezzano Aq – Dottoranda in Diritto dell’Economia e dell’Impresa Università La Sapienza, Roma, Proff. Maresca – Santoro Passarelli; Tutor di Diritto del Lavoro c/o Università Telematica Internazionale Uninettuno (UTIU) Docente prof. A. Maresca; Docente in corsi di Alta Formazione Professionale e Master; già docente a contratto a.a. 2009/2010 Diritto del Lavoro e Diritto Sindacale Univ. Teramo, facoltà Giurisprudenza, corso Laurea Magistrale ciclo unico, c/o sede distaccata di Avezzano, Aq; Docente nel corso di preparazione all’esame da avvocato c/o Tribunale di Avezzano organizzato dal COA di Avezzano unitamente alla  Fondazione Studi Giuridici “Cassinelli – Buccini”; Direttore Amministrativo Fondazione Studi Giuridici “Cassinelli – Buccini” c/o COA Avezzano

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it