Il ripristino alla chance di aggiudicazione si realizza attraverso il rinnovo della procedura (Cons. di Stato N. 01428/2012)

Il ripristino alla chance di aggiudicazione si realizza attraverso il rinnovo della procedura (Cons. di Stato N. 01428/2012)

di Lazzini Sonia

Qui la sentenza: Il ripristino alla chance di aggiudicazione si realizza attraverso il rinnovo della procedura (Cons. di Stato N. 01428/2012)

Versione PDF del documento

La ricorrente non ha azionato in giudizio la pretesa di conseguire l’aggiudicazione dell’appalto

bensì, come correttamente rilevato dal T.A.R., l’interesse strumentale ad ottenere la ripetizione del procedimento di gara ( a partire dalla lettera di invito ), siccome asseritamente inficiato da vizii, che, ove effettivamente sussistenti, ne comporterebbero la declaratoria di illegittimità nel suo complesso.

l’interesse all’annullamento ed all’integrale ripetizione dell’intero procedimento concorsuale si affianca, quale vantaggio potenziale che può derivare dall’eventuale accoglimento del ricorso, all’innegabile posizione di interesse legittimo che caratterizza la sfera giuridica del partecipante al procedimento medesimo

esso, peraltro, degrada ad interesse di mero fatto, sulla base dell’insegnamento dell’Adunanza plenaria n. 4 del 23 marzo 2011, per quanto concerne il solo soggetto che risulti legittimamente escluso dalla procedura concorsuale o che comunque alla stessa non abbia partecipato, mentre, come s’è detto, è in grado di connotare una posizione giuridica qualificata e tutelata qualora coltivato dal soggetto, che abbia partecipato e non risulti escluso ( come appunto qui risulta dell’originaria ricorrente ) e che ha dunque interesse a veder accertati e dichiarati quei vizii, che possano aver pregiudicato la sua chance di aggiudicazione in quanto riferibili all’intera procedura,

con conseguente ripristino di quella chance con il rinnovo della procedura stessa, in ordine al quale la discrezionalità pur sempre spettante all’Amministrazione deve ritenersi peraltro limitata al solo ambito della possibile, motivata, riconsiderazione dei motivi di pubblico interesse che l’hanno a suo tempo indotta alla indizione della gara, o delle modalità di espletamento del servizio oggetto della stesa ( ad es. in economia, anziché mediante ricorso ad appalto ).

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!