Corte dei Conti – det. n. 57/2008 – Sezione del Controllo Enti – Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS) – relazione sul controllo di gestione ex legge 21 marzo 1958 n. 259.

Corte dei Conti – det. n. 57/2008 – Sezione del Controllo Enti – Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS) – relazione sul controllo di gestione ex legge 21 marzo 1958 n. 259.

Versione PDF del documento

Con la determinazione n. 57/2008, la Sezione del Controllo Enti della Corte dei Conti, dispone, a norma dell’art. 7 della legge 21 marzo 1958, n. 259, la comunicazione alle Presidenze delle due Camere del Parlamento della relazione conclusiva del controllo eseguito sulla gestione finanziaria – esercizio 2006 – dell’Istituto nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS) quale ente assoggettato a tale tipo di controllo ai sensi dell’art. 12 della predetta legge.
Per la Corte, l’O.G.S. nel corso del 2006 ha perseguito, in coerenza con gli obiettivi prefissati, la propria attività istituzionale, concretizzatasi nelle ricerche svolte attraverso i quattro Dipartimenti in cui l’Ente si articola (è stata anche avviata l’attività del quinto Dipartimento di Oceanografia Biologica, istituito proprio nel corso del 2006), grazie anche alla proficua attività di supporto delle due Strutture Tecniche di servizio.
Relativamente agli organi dell’Ente, viene evidenziato che, nell’esercizio in esame, la relativa spesa ha registrato un incremento, dovuto all’aumento dei compensi e delle indennità rispettivamente del Presidente, del componenti del C.d.A. e del Collegio dei revisori. Parimenti, viene evidenziato come la spesa complessiva sia tuttavia diminuita dello 0,2%, per una notevole riduzione della spesa del Comitato scientifico.
Rappresenta il Collegio che i mezzi finanziari dell’Istituto, per l’esercizio in esame, sono derivati da un contributo statale pari a € 13.255.434 per il funzionamento dell’ Ente integrato altresì da un ulteriore finanziamento di € 2.372.716, per le maggiori spese del personale a tempo determinato (a seguito di assunzioni autorizzate in deroga) e per una parte di spesa connessa con il rinnovo del CCNL.
Infine, la Corte segnala l’esigenza che l’Ente provveda ad aggiornare il Regolamento di amministrazione e contabilità, adeguandolo ai vigenti principi di contabilità pubblica ed in particolare alla disciplina degli artt. 19 e 23 del D. Leg.vo n. 127 del 2003.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it