Il lavoro come elemento di dignità del condannato